giovedì, Maggio 13, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “300 – L’alba di un impero” giovedì 15 aprile 2021

Il film consigliato stasera in TV: “300 – L’alba di un impero” giovedì 15 aprile 2021

film 300

Il film consigliato stasera in TV: “300 – L’alba di un impero” giovedì 15 aprile 2021 alle 21 su 20 Mediaset (Canale 20)

Temistocle.png

300 – L’alba di un impero (300: Rise of an Empire) è un film del 2014 diretto da Noam Murro con Sullivan Stapleton, Eva Green, Rodrigo Santoro e Lena Headey.

Il film è una storia parallela a quella di 300 di Zack Snyder del 2007 ed è ispirato in parte al romanzo grafico Xerxes di Frank Miller.

I nuovi protagonisti sono Sullivan Stapleton e Eva Green nei ruoli dell’atenieseTemistocle e della regina Artemisia. La maggior parte della pellicola è incentrata sulle battaglie di Capo Artemisio e di Salamina, svoltasi la prima negli stessi tre giorni della battaglia delle Termopili, e la seconda un mese dopo. Inoltre il personaggio di Serse (interpretato nuovamente da Rodrigo Santoro) ha un ruolo più ampio rispetto al primo film: il secondo capitolo delinea il suo passato, la sua “trasformazione” da uomo a divinità in terra e i motivi che lo hanno spinto a dichiarare guerra alla Grecia.[4]

Il film è stato distribuito nelle sale statunitensi, anche nel formato 3D e inIMAX, a partire dal 7 marzo 2014,[5] mentre in Italia, invece, è stato anticipato di un giorno, vale a dire il 6 marzo.[6] Le critiche alla pellicola sono state miste, ma in compenso il film ha ottenuto un buon incasso al botteghino, superando i 337 milioni di dollari.

«This is Sparta!»«Questa è Sparta!»
(Celebre frase di Leonida)

A Maratona, durante la prima guerra persiana, il soldato e stratega atenieseTemistocle riesce a guadagnarsi la gloria dell’esercito uccidendo il re persianoDario I, padre di Serse I. La regina di Caria, Artemisia I, originaria della Greciae alleata di Serse, convince quindi questi a prendersi la sua vendetta e lo manda poi a compiere un lungo e duro viaggio allo scopo di addestrarlo ad abbattere Temistocle. Alla fine, Serse trova in una caverna la fonte d’acqua che gli dona le sembianze di un dio-re, completamente diverso dal suo precedente aspetto e carattere.

Dieci anni dopo la battaglia di Maratona, Temistocle, ora generale dell’esercito ateniese, prende la decisione di recarsi a Sparta per chiedere aiuto alla regina Gorgo, moglie del re Leonida, in modo da sconfiggere una volta per tutte l’esercito persiano, ma la donna rifiuta e lo manda via. Temistocle è perciò costretto ad affrontare i persiani, comandati dalla stessa Artemisia, in mare aperto coi soli ateniesi. Grazie a un suo amico e alleato mandato sulle navi nemiche per scoprire i loro piani, Temistocle riesce a escogitare un piano che lo porta a due vittorie consecutive contro l’esercito e la flotta avversaria.

A questo punto, Artemisia è decisa ad avere Temistocle dalla sua parte e, dopo averlo invitato sulla propria nave, decide di concedersi a lui in cambio della sua fedeltà ai persiani. Il generale ateniese, però, non cede alle sue seduzioni e, nonostante abbia un rapporto sessuale con lei, non si sottopone al suo comando, aumentando la sete di vendetta che la donna da tempo nutre verso i greci. Questa sete di vendetta ebbe inizio quando i suoi genitori furono uccisi per mano degli opliti greci. In seguito, venne portata su una nave di schiavi e costretta ad avere rapporti sessuali con greci. La sua vita cambiò quando il migliore spadaccino persiano la vide mezza morta in una strada e la addestrò.

Il giorno successivo, Artemisia sfida i greci con una moltitudine di navi persiane e incendia la flotta greca, dando fuoco all’imbarcazione su cui si trovava Temistocle. Questi, tuttavia, riesce ugualmente a salvarsi. Nel frattempo, Leonida I, re di Sparta, viene ucciso durante la battaglia delle Termopili insieme ai suoi 300 soldati, per cui Temistocle ritorna nuovamente dalla regina Gorgo, distrutta per la morte del marito, a implorare il suo aiuto, ma, ancora una volta, ella rifiuta. Serse, passando a cavallo sul campo di battaglia, per vendicarsi dello sfregio subito decapita Leonida e porta la sua testa come trofeo ad Atene, mentre la città brucia. In seguito, si presenta a Temistocle il deforme soldato spartano Efialte, traditore della propria patria e ora in combutta con Serse, il quale gli annuncia che il suo re ha intenzione di chiedere la loro resa. Temistocle lo rimanda, però, indietro a dichiarare ancora una volta guerra ai persiani e, durante il colloquio tra Efialte e Serse, Artemisia scopre che il generale greco non è morto come lei credeva.

Temistocle prepara, quindi, le sue forze per l’ultima battaglia contro i persiani, nella quale ha uno scontro corpo a corpo con Artemisia. Alla fine del duello, Temistocle chiede alla donna di arrendersi di modo che abbia la vita salva, ma questa cerca invece di colpirlo con la spada; ciò comporterà la sua morte poiché verrà trafitta e uccisa. Arriva, infine, la flotta spartana, guidata dalla regina Gorgo al fianco del generale Delios, fedele alleato di Leonida, che dà un’inevitabile svolta alla battaglia.

Regia di Noam Murro

Con Sullivan Stapleton, Eva Green, Rodrigo Santoro e Lena Headey

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.