venerdì, Maggio 14, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film di fantascienza stasera in TV: “Revolt” lunedì 19 aprile 2021

Il film di fantascienza stasera in TV: “Revolt” lunedì 19 aprile 2021

film revolt

Il film di fantascienza stasera in TV: “Revolt” lunedì 19 aprile 2021 alle 21:20 su Rai 4

(none)

Revolt è un film d’azione di fantascienza americano del 2017diretto da Joe Miale. [3] È stato scritto da Miale e Rowan Athale, con Lee Pace , Bérénice Marlohe e Jason Flemyng . [4]

Un soldato delle forze speciali americane ( Lee Pace ), in servizio in Kenya , soffre di perdita di memoria dopo essere stato perso i sensi durante una battaglia con macchine robotiche bipedi altamente elettrificate . In seguito si sveglia in una cella di prigione con indosso abiti logori e inconsapevole di nient’altro che ricordi di intenso dolore. Incontra Nadia ( Bérénice Marlohe ), un medico militare francese per gli aiuti esteri nella cella adiacente che gli dice che “suona americano” e che sono stati fatti prigionieri da una banda di teppisti xenofobi. Lo chiama “Bo” dopo aver visto le lettere sulla sua targhetta strappata. Nadia spiega a Bo che il mondo era stato invaso da macchine aliene che hanno spazzato via tutte le principali città e ora cacciano sistematicamente i sopravvissuti.

Dopo essere fuggito dalla cella di prigione, Bo decide di dirigersi verso una base militare statunitense da qualche parte vicino a Nairobi . Nadia lo raggiunge senza entusiasmo. Bo ricorda solo frammenti di ciò che gli è successo mentre scopre la sua capacità di assorbire, condurre e scaricare l’elettricità. Dopo essere fuggiti attaccando i soldati kenioti che credono che l’America debba controllare i “droni” poiché le enormi antenne paraboliche nella base statunitense sono ancora intatte mentre tutto il resto è distrutto. Bo e Nadia vengono catturati dai soldati che li usano come esca umana per una fallita operazione di uccisione di macchine. In balia di tre macchine, Bo e una Nadia nascosta vengono inspiegabilmente risparmiati mentre le macchine inseguono un soldato in fuga su una motocicletta. Bo e Nadia incontrano un fotoreporter ferito a morte ( Jason Flemyng). Il fotoreporter passa la sua macchina fotografica a Bo dicendogli di seguire le foto (“briciole di pane digitali”) come un modo per raggiungere la base militare americana, che aveva incontrato e fotografato durante il suo viaggio. La fotocamera si rivela utile fino a quando le sue batterie non si esauriscono. Bo e Nadia riprendono il viaggio verso la base americana. Mentre sono in un campo aperto, vedono un esercito di macchine che si dirigono verso di loro. Bo e Nadia entrano in una dimora solitaria nel campo e fuggono nel seminterrato, dove si abbracciano e aspettano la loro scomparsa. Nella scena seguente, Bo è solo e ferito, mentre barcolla verso la base militare, solo per trovarla in rovina. Si avvia a Nairobi, ma crolla a causa delle ferite. Salvato da un gruppo di combattenti della resistenza di Nairobi, viene assistito in un centro di comando sotterraneo. La sua storia,che la sua vita fosse stata risparmiata ma che Nadia fosse stata presa dalle macchine aliene, è accolto con scetticismo. Bo viene portato da Roderick (Wandile Molebatsi), che rivela che gli alieni raccolgono gli umani e li trasportano su una nave madre in bilico, e quando ciò accade, la nave madre potrebbe essere vulnerabile agli attacchi. Roderick rivela un piano per far esplodere una bomba EMP vicino alla nave madre per abbatterla e, si spera, disattivare le macchine che alimenta o controlla. Bo osserva la raccolta di schizzi degli invasori di Roderick e, vedendo un disegno che raffigura una macchina che tiene prigioniero in aria, ricorda che anche lui era stato sequestrato da una macchina e gli era stato impiantato un dispositivo nella spina dorsale, che aveva causato il amnesia e gli ha anche dotato le sue capacità elettriche. Gli esploratori della Resistenza rivelano che le macchine sono tornate in forze.Bo è probabilmente un faro per gli invasori, tenuto in vita allo scopo di trovare altri esseri umani affinché le macchine possano uccidere o catturare. I combattenti della resistenza arrabbiati minacciano di uccidere Bo in quel momento, e lui si offre di andarsene per allontanare le macchine invasori. Tuttavia, poiché le macchine conoscono già l’ubicazione del bunker sotterraneo della resistenza, gli abitanti sono costretti a evacuare. Bo si offre di aiutare Roderick a portare la bomba EMP sulla nave madre aliena attraverso i tunnel di servizio. Insieme a una squadra di combattenti della resistenza, Bo e Roderick trasportano il dispositivo attraverso i tunnel e vengono attaccati da macchine infiltrate. Arrivano in un luogo in cui le macchine stanno radunando gli umani e massacrando coloro che cercano di scappare. Bo attacca una delle macchine nell’anello che circonda il gruppo di umani,e l’apertura crea un’opportunità per gli umani prigionieri di fuggire mentre dà alla resistenza la possibilità di spingere la bomba EMP sotto la nave madre. Sebbene la fonte di energia della bomba sia danneggiata nella conseguente mischia, Bo è in grado di usare il proprio corpo come condotto per l’elettricità per alimentare la bomba e far esplodere il dispositivo, che distrugge la nave madre e depotenzia le macchine a Nairobi. Nella scena conclusiva, un Bo guarito rivela che i suoi ricordi sono tornati. Gli viene chiesto il suo nome e sceglie di essere chiamato semplicemente “Bo”.che distrugge la nave madre e depotenzia le macchine a Nairobi. Nella scena conclusiva, un Bo guarito rivela che i suoi ricordi sono tornati. Gli viene chiesto il suo nome e sceglie di essere chiamato semplicemente “Bo”.che distrugge la nave madre e depotenzia le macchine a Nairobi. Nella scena conclusiva, un Bo guarito rivela che i suoi ricordi sono tornati. Gli viene chiesto il suo nome e sceglie di essere chiamato semplicemente “Bo”.

Regia di Ben Affleck

Con:  Ben Affleck, Elle Fanning, Brendan Gleeson, Sienna Miller e Zoe Saldana

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.