venerdì, Maggio 14, 2021
Home > Abruzzo > Poggiofiorito: storia antica a suon di fisarmonica

Poggiofiorito: storia antica a suon di fisarmonica

Poggiofiorito – Storia antica a suon di fisarmonica

(DAM) Poggiofiorito – L’Abruzzo, lo sappiamo, nasconde tesori a ogni angolo. Oggi scopriamo il piccolo borgo di Poggiofiorito, nel teatino, che custodisce una lunga tradizione musicale.

Tra i paesi degni di una visita nella provincia di Chieti c’è anche Poggiofiorito, che con appena poco più di 800 abitanti si distingue per storia e artigianato fin dai tempi antichi.

In epoca romana Poggiofiorito era un punto di passaggio tra due importanti centri marrucini, Guardiagrele e Ortona. Reperti di questa fase sono stati rinvenuti dai contadini della zona nei loro campi e sono oggi conservati nel museo archeologico di Chieti.

È però nel corso del 16º secolo, quando il Barone di Arielli decide di fondarlo, che il borgo inizia ad assumere l’aspetto che conserva ancora oggi.

Per il nuovo abitato il barone sceglie in nome di Villarielli, denominazione che il paese mantiene fino al 1911, quando assume quello attuale di Poggiofiorito, con riferimento all’antica fonte del Pojio, tuttora esistente, e alla ricchezza che la natura offre in quella zona.
Poggiofiorito offre infatti uno dei punti più strategici da cui ammirare le bellezze della Maiella.

Poggiofiorito è legata a doppio filo alla riscoperta della musica tradizionale abruzzese, anche grazie al fatto di essere il paese natale di Tommaso Coccione, fisarmonicista emigrato in America ai primi del Novecento diventando famoso come autore di moltissime mazurke e polke abruzzesi.

Pur essendo morto a soli 36 anni di età, Tommaso Coccione ha contribuito in maniera incisiva alla riscoperta e valorizzazione della tradizione musicale abruzzese. La sua opera è stata poi portata avanti dai figli Vincenzo e Camillo, anche loro autori di fortunate musiche popolari abruzzesi.

Coccione, in vita, è tornato a Poggiofiorito nel 1939 per prendere parte al film di Guido Brignone, incentrato sulla figura dell’artista Francesco Paolo Tosti.

Oggi l’eredità dei Coccione viene portata avanti dall’Associazione Culturale Coccione, che si impegna a promuovere la storia e la tradizione di Poggiofiorito nel mondo.
Nella vicina Ortona, inoltre, si svolge ogni anno il festival della Maggiolata, che celebra la musica tradizionale abruzzese.

Tratto da Discovery Abruzzo Magazine

Fonti: associazioneculturalecoccione.it
portaleabruzzo.com