sabato, Novembre 27, 2021
Home > Abruzzo > Lanciano, Pupillo: “Due concittadini deceduti e classi in quarantena, non molliamo la presa”

Lanciano, Pupillo: “Due concittadini deceduti e classi in quarantena, non molliamo la presa”

lanciano

Lanciano, Pupillo: “Due concittadini deceduti e classi in quarantena, non molliamo la presa”

LANCIANO – Così in un post pubblicato ieri sul proprio profilo Facebook dal sindaco di Lanciano, Mario Pupillo: “Da oggi siamo in zona gialla, come tutto il resto d’Abruzzo. E’ una decisione assunta dal Ministero della Salute e da Palazzo Chigi – Presidenza del Consiglio dei Ministri sulla base dell’andamento dei dati epidemiologici.

Per riprendere dopo tanti mesi le attività e gli spostamenti con meno restrizioni imposte dall’alto, è fondamentale una grande responsabilità soggettiva e collettiva dal basso. Dobbiamo aumentare quindi le attenzioni e chiedere il rispetto delle norme a noi stessi e agli altri, è necessario uno scatto d’orgoglio a livello di comunità perché altrimenti a breve ci ritroveremo ancora una volta in una situazione difficile.

Inutile chiedere un poliziotto per ogni cittadino, non esiste paese al mondo che può assicurare un controllo così capillare del territorio: sta a noi come società, sta a noi persone affrontare questa sfida, non possiamo demandare a nessun altro questa responsabilità. Dopo un anno, sappiamo cosa ci aspetta se lasciamo correre il virus: ovviamente come massima autorità sanitaria di Lanciano sarò molto attento nel fare la mia parte, sempre sulla base dei dati che Asl Lanciano Vasto Chieti e Regione Abruzzo mi comunicano giornalmente. Il coronavirus che causa il covid19 non è scomparso, anzi: cammina sulle gambe delle persone, siamo noi i vettori di questo maledetto virus.

Dunque mascherine, distanziamento, igiene della mani e vaccinare il più possibile. Purtroppo è notizia di ieri che due nostri concittadini di 85 e 71 anni sono deceduti per le conseguenze del covid19: il primo era ospite della residenza per anziani San Pio, la seconda era una cittadina che aveva contratto il virus nelle scorse settimane. Stiamo parlando di nonni e nonne, papà e mamme, custodi dei ricordi delle famiglie, pilastri delle famiglie, persone e non numeri: vorrei che tutti potessero considerare le 74 persone che da ottobre fino a ieri ci hanno lasciato come propri cari. E così comportarsi di conseguenza.

Al momento il bilancio degli attuali positivi è di 166, con oltre 100 quarantene in corso, tra cui alcune classi delle scuole elementari, una delle medie, due delle superiori. Sabato pomeriggio abbiamo proceduto alla sanificazione straordinaria della scuola elementare Eroi Ottobrini, su richiesta della Dirigente dell’istituto comprensivo “Mario Bosco”, dove si sono registrati diversi casi positivi e ci sono alcune classi in quarantena. La situazione delle scuole cittadine è monitorata costantemente dall’Assessore alla Pubblica Istruzione Giacinto Verna e dagli uffici preposti. Stiamo attenti, restiamo uniti e avanti con le vaccinazioni”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net