sabato, Novembre 27, 2021
Home > Marche > San Benedetto, l’ex consultorio di via Manzoni diventa centro per l’integrazione dei disabili

San Benedetto, l’ex consultorio di via Manzoni diventa centro per l’integrazione dei disabili

san benedetto

San Benedetto, l’ex consultorio di via Manzoni diventa centro per l’integrazione dei disabili

I locali ristrutturati affidati con bando all’associazione XMANO

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Al termine di una procedura ad evidenza pubblica, il Comune di San Benedetto del Tronto ha affidato in comodato gratuito i suoi locali situati al piano terra dell’edificio di via Manzoni che un tempo ospitavano il consultorio familiare all’organizzazione di volontariato XMANO che da oltre 10 anni offre supporto alle persone con disabilità, sostenendone il percorso di inserimento nella comunità locale e accompagnando le famiglie nel delicato e difficile compito a cui sono chiamate. Per questo prezioso impegno, XMANO è stata insignita nel 2018 del Gran Pavese Rossoblù. Sarà stipulata una convezione triennale, eventualmente rinnovabile per ulteriori tre anni.

I locali di via Manzoni, una volta tornati nella disponibilità del Comune, sono stati completamente ristrutturati grazie ai contributi ottenuti attraverso la partecipazione ad un bando ministeriale. Poi il Servizio Politiche Sociali ha pubblicato un bando per assegnarli ad un soggetto del Terzo Settore che si occupasse in particolar modo di soggetti disabili. E’ stata ritenuta meritevole la proposta dell’associazione XMANO che, potendo disporre adesso di locali molto più spaziosi di quelli che occupava in via Machiavelli, riuscirà ad  organizzare meglio le attività destinate a favorire l’integrazione dei giovani disabili e normodotati come laboratori di arte-terapia, musicoterapia e teatro, attività sportive, ludiche ed esperienziali per migliorare le capacità di comunicazione e di relazione, oltre alle capacità motorie e della percezione del sé di ogni ragazzo.

“Per la ristrutturazione dei locali di via Manzoni, adatti ad accogliere anche bambini della fascia 0-6 anni, abbiamo investito oltre sessantamila euro – sottolinea l’Assessore alle Politiche Sociali Emanuela Carboni – e ci è sembrato opportuno affidare tali spazi a soggetti che potessero sfruttarli sempre a scopo sociale, con particolare attenzione per i ragazzi con disabilità, potenziando ancor di più i servizi che anche un rapporto proficuo tra pubblico e privato può mettere in campo. L’Associazione XMANO dal 2008 svolge un importante ruolo per migliorare la qualità della vita, la tutela dei diritti civili e l’inclusione sociale delle persone disabili e delle loro famiglie e per questo siamo felici di poter consegnare loro spazi più consoni alle tante attività che offrono”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net