domenica, Novembre 28, 2021
Home > Mondo > A Ginevra disgelo fra Putin e Biden ma restano i nodi su Ucraina e Navalny

A Ginevra disgelo fra Putin e Biden ma restano i nodi su Ucraina e Navalny

la nato

Putin-Biden, il summit del disgelo

Vladimir Putin (2020-02-20).jpg

Dalla conferenza stampa di Putin dopo l’incontro con Biden a Ginevra si apprende che il colloquio durato 4 ore è stato franco ma cordiale, nonstante rimangano sul tavolo insoluti i complessi nodi sulla situazione militare in Ucraina e sulla detenzione dell’oppositore russo Navalny.

Un incontro che si è tenuto mentre le relazioni fra Stati Uniti e Federazione Russa sono ai minimi storici. Il presidente Biden aveva riunito ll suo team di esperti in relazioni internazionali per concordare lìapproccio al vertice.mentre Ukashov, il consigliere di Putin , aveva previsto com improbabile la possibilitò di accordi immediati. Per il Cremlino “i colloqui non saranno facili. Sarà una conversazione molto difficile”. Peskov: “Bisognerà parlare di armamenti”. I due capi di Stato dovranno parlare anche da da soli. La durata dell’incontro non è limitata.

Biden e Putin: “Comunque vada è sempre positivo incontrarsi”

In effetti già prima del vertice di Ginevra era si era percepita tutta la difficolta dell’incontro tra il presidente Usa e l’omologo russo.Occhi puntati,fiato sospeso. Potrebbe essere il vertice del disgelo. Sempre a Ginevra il primo incontro Reagan-Gorbaciov nell’85,che avviò il percorso per la fine della Guerra Fredda. Biden ha detto al presidente russo: “Sempre meglio incontrarsi faccia a faccia”. Putin, in risposta, lo ha ringraziato per “aver preso l’iniziativa per incontrarsi”. Il faccia a faccia dovrebbe durare 4 o 5 ore.Dopo due conferenze stampa separate dei due leader.

Vladimir Vladimirovič Putin (in russo: Влади́мир Влади́мирович Пу́тин?ascolta[?·info]Leningrado7 ottobre1952) è un politico, ex militare ed ex funzionario del KGBrussopresidente della Federazione Russa dal 7 maggio 2012 al suo quarto mandato (non consecutivo), avendo ricoperto precedentemente la carica dal 1999 al 2008.[1][2] È stato anche primo ministro della Russia dal 1999 al 2000 e di nuovo dal 2008 al 2012.