lunedì, Dicembre 6, 2021
Home > Italia > Il MoVimento 5 Stelle perde i pezzi: Virginia Raggi senza maggioranza?

Il MoVimento 5 Stelle perde i pezzi: Virginia Raggi senza maggioranza?

movimento

Il MoVimento 5 Stelle perde i pezzi: Virginia Raggi senza maggioranza?

Quattro consiglieri capitolini M5s lasciano il MoVimento. Ad annunciarlo è stata Donatella Iorio durante l’intervento in Assemblea: “Ho appena protocollato la mia richiesta di uscita dal M5S. Mi sono anche disiscritta dal MoVimento”, ha detto la Consigliera. A dimettersi sono, oltre a Donatella Iorio, Marco Terranova, Enrico Stefano ed Angelo Sturni. 

Il sindaco sindaca Virginia Raggi perderebbe così la maggioranza in Campidoglio. I 4 consiglieri hanno inoltre annunciato la nascita di un nuovo gruppo: ‘Il piano di Roma’.

Il capo politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi ha, attraverso una mail, comunicato al garante Beppe Grillo di aver avviato tutti gli adempimenti prodromici allo svolgimento delle votazioni per il comitato direttivo, individuando modalità e tempistiche per la presentazione delle candidature, per le verifiche dei requisiti e per lo svolgimento della votazione, ribadendo che si procederà al voto utilizzando lo strumento di voto messo a disposizione da SkyVote. Lo fanno sapere fonti del Movimento 5 Stelle.

Intanto l’assemblea dei deputati del MoVimento 5 Stelle ha avanzato la richiesta di conoscere i contenuti della bozza di statuto e ‘carta dei valori’ oggetto di discussione degli ultimi giorni. Il capogruppo Davide Crippa sta portando avanti la richiesta emersa dall’assemblea verificando nel contempo la possibilità di incontrare il garante, Beppe Grillo, e la possibilità di un incontro con Giuseppe Conte. Lo rende noto il gruppo parlamentare Movimento 5 Stelle Camera.

Il ministro Luigi Di Maio si è recato a casa di Giuseppe Conte nel centro di Roma per incontrare l’ex premier. All’uscita, non ha rilasciato dichiarazioni. Nello scontro interno al M5s Conte non retrocede: ‘Il mio progetto politico va avanti, non resterà nel cassetto per la contrarietà di una persona sola’, ha detto ieri. Intanto i senatori del M5s chiedono di esaminare il nuovo statuto elaborato dall’ex premier.  (ANSA)