lunedì, Dicembre 6, 2021
Home > Marche > Fondazione Pace e Bene Onlus, progetto aggregazione giovani

Fondazione Pace e Bene Onlus, progetto aggregazione giovani

Fondazione Pace e Bene

Fondazione Pace e Bene Onlus, progetto aggregazione giovani

Si è svolta sabato scorso nella splendida cornice dell'”Oasi di Luce e Amore” a Montelupone la presentazione del corso speaker e del corso di difesa personale in seno alle iniziative del progetto “Andrà tutto pace e bene” della Fondazione Pace e Bene in collaborazione con l’associazione Angel Ranger e l’ente di formazione AIV (Accademia Italiana per il Volontariato). Il progetto, inserito nel bando aggregazione della Regione Marche, è rivolto in particolare a giovani con età compresa fra i 18 e i 35 anni. Per l’occasione si sono presentati ragazzi e ragazze sia italiani che stranieri, oltre ad esponenti di varie regioni come l’Umbria. Presenti all’evento anche docenti d’elite tra cui il responsabile dei formatori dell’AIV, il Maestro Corrado Lazzarini, ideatore della radio “Andrà in onda tutto pace e bene” e coordinatore dell’intero progetto.

Apre le danze Dj Michael, il quale in base all’ esperienza in radio, iniziata negli anni ’80 in una radio locale in Alto Adige, e soprattutto alla sua passione per la musica, il suono e le sue frequenze finalizzata al benessere proprio e quello altrui, ha presentato il corso speaker, di cui è protagonista e relatore, soffermandosi sull’importanza di essere disinvolti anche quando si ha difficoltà ad esprimersi o ci si sblocca, parlando della propria dislessia e di come, sdrammatizzando o creando una giusta suspance, riesce ad uscire dalla situazione di difficoltà. Un aiuto quindi per i giovani che possono cogliere non solo per la propria esperienza di speaker, ma anche nella vita di tutti i giorni.

Si è poi lasciato spazio al corso di difesa personale nel quale il Maestro Lazzarini ha trasmesso ai partecipanti la sua grande passione per le arti marziali, in particolare per il Kung Fu, che lo hanno reso noto in tutto il mondo. Infatti, in qualità di CT della nazionale, ha portato quest’ultima ai vertici mondiali nei primi anni del 2000, grazie anche all’apporto determinante dei propri atleti campioni del mondo ed intercontinentali dal 2000 al 2010. Dopo il lungo periodo sportivo agonistico, il suo obiettivo è stato quello di condensare tutta la sua conoscenza ed esperienza per fornire gli strumenti necessari per la difesa, specie delle fasce più deboli. E’ così che nasce l’ESD System: un sistema di autodifesa di facile apprendimento e di d’immediata applicabilità, rivolto essenzialmente alle donne. Perchè? “Utilizzare la difesa personale significa sapere come difendersi da un attacco;- ci spiega il M° Lazzarini – ma come puoi difenderti, così puoi anche offendere. Tuttavia gli uomini sono per eccellenza predatori e approfittano dell’apparente debolezza della donna, che nella maggior parte delle volte sono viste  come prede. Con i miei corsi invece dimostro che non è così! Attraverso la mia esperienza pluridecennale nelle arti marziali, ho elaborato semplici tecniche da apprendere e da applicare. Tuttavia bisogna tenere conto che in un corso di difesa personale si impara a difendersi; questo significa che la maggior parte delle volte ci hanno già aggredito e solo dopo l’aggressione ci si difende. Purtroppo nei corsi di difesa personale non ti insegnano che prima di poter difenderti di solito devi saper incassare ad esempio un pugno e solo dopo hai l’opportunità di difenderti. Tali corsi mostrano solo la tecnica con la quale evitare l’aggressione, ma un conto è eseguire un movimento di difesa fine a se stessa, un conto è eseguirlo dopo essere stato aggredito. In genere ti insegnano ad uscire dalla tecnica ma non ti insegnano ad uscire realmente dall’aggressione. Il mio obiettivo invece è quello di affrontare anche questo aspetto che è quello più delicato e difficoltoso da superare.”

Dopo aver partecipato a questo corso, le donne saranno in grado di difendersi?: ” Purtroppo non lo so – continua il M° Lazzarini – le donne nel momento in cui vengono aggredite tendono a subire. Il mio obiettivo principale non è tanto quello di insegnare la tecnica, ma di trasmettere la consapevolezza del loro potenziale. In caso di aggressione questa consapevolezza può fare la differenza molto più che la tecnica di per sè.”

Un formatore d’eccezione quindi per un corso d’eccezione al quale si può ancora prendere parte tutti i sabato mattina dei mesi di luglio, agosto e settembre presso l’Oasi di Luce e Amore della Fondazione Pace e Bene a Monelupone. Per chi volesse maggiori informazioni può rivolgersi al 347 8627999 o scrivere a fondazionepaceebene@gmail.com.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net