martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Abruzzo > Guardia Medica, incontro per la riattivazione nell’Alto Vastese

Guardia Medica, incontro per la riattivazione nell’Alto Vastese

Guardia Medica, incontro per la riattivazione nell’Alto Vastese

CHIETI – Incontro fra il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio e alcuni sindaci dei Comuni dell’Alto Vastese per la riattivazione della Guardia Medica nella zona.

A tal proposito, ecco come ha commentato il Presidente della Giunta Regionale: “Ieri ho incontrato i sindaci di Carunchio, Palmoli e Celenza sul Trigno per ascoltarne le istanze in merito alla riattivazione della Guardia Medica, temporaneamente sospesa per carenza di personale” ha dichiarato Marco Marsilio.

“La Asl di Chieti durante la pandemia è stata un modello di organizzazione a livello territoriale con le Usca. Sono certo che si potrà rimodulare questo strumento a supporto delle esigenze assistenziali delle aree interne dell’Alto Vastese” ha aggiunto il Governatore d’Abruzzo sull’esigenza della Guardia Medica.
“Ho avuto anche modo di confrontarmi con l’amministrazione di Liscia, con un incontro colloquiale su situazione attuale e prospettive future di questo bellissimo centro” ha concluso Marsilio.

La Comunità montana Alto Vastese (zona U) era stata istituita con la Legge regionale 3 settembre 1976, n. 50 della Regione Abruzzo, che ne ha anche approvato lo statuto.

È stata accorpata alla Comunità montana Montagna Sangro Vastese dopo una riduzione delle comunità montane abruzzesi che sono passate da 19 ad 11 nel 2008[1].

La Regione Abruzzo ha abolito la nuova Comunità montana insieme a tutte le altre comunità montane nel 2013[2]. La Comunità montana Alto Vastese, la cui sede era situata nel comune di Torrebruna, comprendeva otto comuni della provincia di Chieti:

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net