giovedì, Luglio 29, 2021
Home > Mondo > Covid-19, dubbi sull’efficacia del vaccino cinese in Asia

Covid-19, dubbi sull’efficacia del vaccino cinese in Asia

covid

Covid-19, dubbi sull’efficacia del vaccino cinese in Asia


In tutta l’Asia, i vaccini cinesi hanno svolto un ruolo cruciale nell’immunizzare contro il Covid-19, con milioni di persone che hanno ricevuto la dose di Sinovac o Sinopharm.

Tuttavia, nelle ultime settimane, sono cresciute le preoccupazioni sulla loro efficacia. Ora, alcuni paesi asiatici che hanno reso i vaccini cinesi un elemento chiave nei loro programmi di immunizzazione hanno annunciato che utilizzeranno altri vaccini.


La scorsa settimana, la Thailandia ha annunciato che stava cambiando la sua politica sui vaccini: invece di ricevere due iniezioni di Sinovac, i residenti ora riceveranno un mix di Sinovac e AstraZeneca.

Anche gli operatori sanitari che sono già completamente vaccinati con Sinovac riceveranno una dose di richiamo diversa.

L’Indonesia ha annunciato una decisione simile la settimana precedente, dicendo che stava somministrando iniezioni di richiamo di Moderna agli operatori sanitari immunizzati con Sinovac.

Il cambiamento di rotta è seguito alle segnalazioni secondo cui centinaia di operatori sanitari completamente vaccinati avrebbero contratto il Covid, con alcuni di loro – due in Thailandia e 30 in Indonesia – morti.

Negli studi clinici in tutto il mondo, i vaccini virali Sinovac e Sinopharm hanno dimostrato di essere efficaci dal 50% al 79% nel prevenire l’infezione sintomatica da Covid.

Ma sono ancora molto efficaci nel prevenire ricoveri o decessi per Covid: gli studi hanno scoperto che il Sinovac era efficace al 100% in Brasile e dal 96 al 98% efficace tra gli operatori sanitari indonesiani.

Cosa sappiamo dei vaccini contro il Covid-19 in Cina?


Il fatto che ci siano ancora numerose infezioni rivoluzionarie nelle persone completamente vaccinate potrebbe essere dovuto a diversi fattori, afferma l’epidemiologo Benjamin Cowling, dell’Università di Hong Kong.

Uno è che i vaccini cinesi, come molti altri vaccini, potrebbero perdere efficacia nel tempo. Uno studio thailandese pubblicato questa settimana ha scoperto che gli anticorpi nei soggetti completamente vaccinati con Sinovac diminuiscono della metà ogni 40 giorni.

La perdita di efficacia potrebbe anche essere dovuta alla variante Delta, più infettiva, che è stata rilevata nel 60% dei casi recenti in Indonesia e nel 26% dei casi nella capitale della Thailandia, Bangkok.

Non ci sono ancora dati pubblici sull’efficacia dei vaccini cinesi contro le varianti di Covid. Ma studi preliminari hanno suggerito che i vaccini come il Sinopharm e il Sinovac, potrebbero offrire il 20% in meno di protezione contro la variante Delta rispetto al virus originale, secondo il prof Cowling.

Nessun vaccino è pienamente efficace nel prevenire l’infezione da Covid, ha affermato, e sebbene i vaccini cinesi “non siano efficaci al 100%, stanno ancora salvando molte vite”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.