sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Italia > Tokyo, record del mondo per il quartetto azzurro dell’inseguimento del ciclismo su pista

Tokyo, record del mondo per il quartetto azzurro dell’inseguimento del ciclismo su pista

tokyo

Tokyo, record del mondo per il quartetto azzurro dell’inseguimento del ciclismo su pista

Alle Olimpiadi di Tokyo 2020, l’Italia è medaglia d’oro nell’inseguimento a squadre maschili di ciclismo su pista. Nella finale per il primo posto il quartetto azzurro – Simone Consonni, Filippo Ganna, Francesco Lamon, Jonathan Milan – ha superato la Danimarca. Per l’Italia è il sesto oro a Tokyo 2020.

Oro olimpico con record del mondo per il quartetto azzurro dell’inseguimento del ciclismo su pista. Gli azzurri hanno battuto la Danimarca con il tempo di 3’42”032, migliorando il primato stabilito ieri, 3’42”307, e superando la Danimarca di soli 166 millesimi.

“Sono l’uomo più felice del mondo, ho le lacrime agli occhi”. Davide Cassani, coordinatore di tutte le nazionali di ciclismo, risponde emozionato, al telefono con l’ANSA, dopo l’oro con primato mondiale vinto dal quartetto azzurro nell’inseguimento a squadre.

“Me la sono proprio goduta” aggiunge Cassani, senza dubitare nemmeno quando la Danimarca ha accumulato un vantaggio di oltre otto decimi, “perché sapevo che lo strappo finale era affidato a Ganna”. E’ una vittoria che il ct sente anche sua, nonostante il flop su strada degli azzurri? “E’ veramente la vittoria di un gruppo, altro non aggiungo” conclude.

In caduta libera sull’oro: Filippo Ganna ha trainato l’Italia alla vittoria olimpica dell’inseguimento a squadre del ciclismo su pista, convincendo tutti con la sua velocita’ che non ci si doveva accontentare dell’argento sicuro. “E’ da ieri sera che volevamo arrivare a fare qualcosa di grande. Sapevamo di avere un bel paracadute – dice riferendosi alla finale a due con la Danimarca -, ma siamo andati in in caduta libera fino al grande risultato”. “Un Mondiale o un europeo ti danno luce, ma un oro olimpico illumina tutto lo sport, e il ciclismo su pista ne ha bisogno”.

Come nel torneo di pallavolo maschile, anche in quello femminile l’Italia è stata eliminata nei quarti di finale delle Olimpiadi di Tokyo 2020. Le azzurre sono state nettamente sconfitte dalla Serbia per tre set a zero (25-21, 25-14, 25-21 i parziali).

Dopo le nazionali italiane di basket maschile, di pallavolo maschile e femminile, anche quella di pallanuoto maschile è stata eliminata nei quarti di finale delle Olimpiadi di Tokyo. Il Settebello allenato da Sandro Campagna è stato sconfitto dalla Serbia per 10-6 (5-2; 4-1; 0-1; 1-2). (ANSA)