sabato, Settembre 25, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film sportivo stasera in TV: “Borg McEnroe” martedì 31 agosto 2021

Il film sportivo stasera in TV: “Borg McEnroe” martedì 31 agosto 2021

borg mc enroe

Il film sportivo stasera in TV: “Borg McEnroe” martedì 31 agosto 2021 alle 21:10 su Rai Movie

Borg McEnroe.jpeg

Borg McEnroe è un film del 2017 diretto da Janus Metz con protagonisti Sverrir GudnasonShia LaBeouf, Stellan Skarsgård e Tuva Novotny.

La pellicola tratta della celebre rivalità tra i due tennisti Björn Borg e John McEnroe, che si sono affrontati ben quattordici volte tra il 1978 ed il 1981, con sette vittorie ciascuno; nello specifico la pellicola racconta la sfida al torneo di Wimbledon del 1980.

Personaggi

Björn Rune Borg (IPA[bjœːɳ bɔrj]pronuncia[?·info]Stoccolma6 giugno 1956[2]) è un ex tennista svedese. Tra il 1974 e il 1981 ha vinto 11 titoli del Grande Slam, di cui sei al Roland Garros (secondo soltanto a Rafael Nadal) e cinque consecutivi a Wimbledon (fu il primo a vincerne cinque nell’era Open) ed è stato numero uno del mondo nella classifica ATP dal 23 agosto 1977 al 2 agosto 1981.

Annoverato fra i più grandi tennisti di tutti i tempi[3][4], batté numerosi record dell’era Open che tuttora resistono, vincendo il 41% dei tornei del Grande Slam che disputò e il 90% dei singoli match di quei tornei,[5] vincendo l’Open di Francia e Wimbledon nella stessa stagione per tre anni consecutivi, conquistando tre tornei del Grand Slam senza perdere un set. La sua percentuale di vittorie in carriera è dell’82.72% degli incontri disputati e del 70% contro giocatori all’epoca fra i primi dieci al mondo.

La sua ascesa, quando era ancora adolescente, contribuì negli anni settanta alla popolarità del tennis, divenuto da allora tra gli sport più praticati fino ad oggi.[6] Il circuito professionistico diventava sempre più redditizio e nel 1979 fu il primo tennista a guadagnare più di un milione di dollari di montepremi in una stagione. Il logorio psicofisico per una carriera non lunga, ma intensissima, lo portò ad abbandonare il tennis a soli 26 anni, causando sconcerto nel mondo tennistico.[7][8]

John Patrick McEnroe Jr (IPA[ʤɑn ˈpætɻɪk ˈmækənɻoʊ]Wiesbaden16 febbraio 1959) è un ex tennistaallenatore di tennis e commentatore televisivo statunitense.

Soprannominato The Genius[1], è stato numero 1 del mondo per quattro anni consecutivi dal 1981 al 1984 e ha vinto 7 titoli del Grande Slam in singolare, 9 in doppio e 1 in doppio misto. Ha terminato la carriera con 77 vittorie nei tornei di singolare e 77 in quelli di doppio, e detiene pertanto il record del tennis maschile nell’Era Open per numero di titoli totali (singolare e doppio) vinti: 160, incluso il titolo di doppio misto conquistato al Roland Garros nel 1977 e le 5 Coppe Davis. Ha inoltre vinto per cinque volte la Coppa Davis (nel 1978197919811982 e 1992) come membro fisso della squadra statunitense, di cui è anche stato capitano, dopo il suo ritiro dal tennis giocato.

Mancino, famoso per il suo stile di gioco a rete, per i suoi incontri combattuti e spettacolari contro Björn BorgJimmy Connors e Ivan Lendl, per il suo carattere irascibile in campo, il talento e la personalità, oltre che per i risultati, è considerato fra i più grandi tennisti della storia. Definito da molti il miglior giocatore di doppio della storia del tennis[2], ha giocato nella prima parte della carriera in coppia con Peter Fleming, con cui costituì uno dei doppi più forti di tutti i tempi, e nella parte finale della carriera insieme al fratello Patrick. Lo stesso Fleming dichiarava che: «la miglior squadra di doppio del mondo è John McEnroe con chiunque altro».

Regiadi  Janus Metz

Con: Sverrir GudnasonShia LaBeouf, Stellan Skarsgård e Tuva Novotny

Fonte:WIKIPEDIA