martedì, Settembre 28, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Yunmi Lee dalla Corea per celebrare la Città degli scalpellini della Maiella

Yunmi Lee dalla Corea per celebrare la Città degli scalpellini della Maiella

PESCARA – A Lettomanoppello, alle “10 Giornate in Pietra” 2021, evento turistico e commemorativo per celebrare la Città degli Scalpellini della Maiella, ha partecipato anche Yunmi Lee, scultrice di origine coreana con cui abbiamo scambiato due chiacchiere:

– Ci parli brevemente di lei e della sua attività artistica…

“Sono originaria della Corea del Sud, mi chiamo Yunmi Lee e vivo in Italia dove ho fatto l’Accademia delle Belle Arti di Carrara. Giro il mondo e l’Italia dove partecipo a simposi e mostre. Recentemente sono stata in Portogallo, in Toscana e in Piemonte”.

– A Lettomanoppello che opera ha realizzato? “Un bassorilievo con una rotonda e con minatori e scalpellini”.

– A cosa si ispira? “Il mio tema predominante è la Primavera e la natura in genere”.

Lettomanoppello (Lu L’lètt in abruzzese[4]) nota come città della Pietra per le tradizionali attività di lavorazione della pietra della Majella[5][6], è un comune italiano di 2 754 abitanti[1] della provincia di Pescara in Abruzzo. Il territorio comunale è compreso nel parco nazionale della Majella.

Lettomanoppello si distende ai piedi della Maiella, a destra del fiume Lavino; comune della provincia di Pescara, il suo territorio fa parte del Parco nazionale della Majella, che, istituito nel 1992 insieme a quello del Gran Sasso e della Laga, si estende per circa 75.000 ettari nelle provincie di Pescara, Chieti e L’Aquila. Il paese si estende da 126 a 1375 metri di altitudine, confina a nord con il comune di Turrivalignani, ad est con quelli di Manoppello e Serramonacesca, a sud-est con il comune di Pretoro (CH), a sud con il comune di Roccamorice, a sud-ovest con il comune di Abbateggio ed infine ad ovest con il comune di Scafa.

Cristiano Vignali