martedì, Ottobre 19, 2021
Home > Marche > Solidarietà delle Acli Provinciali di Fermo per l’assalto alla CGIL

Solidarietà delle Acli Provinciali di Fermo per l’assalto alla CGIL

solidarietà

Solidarietà delle Acli Provinciali di Fermo per l’assalto alla CGIL

“Le Acli di Fermo esprimono piena solidarietà e totale vicinanza a tutta la CGIL e al suo Segretario a seguito dell’assalto avvenuto sabato 9 ottobre alla Sede Nazionale del sindacato. Non è ammessa né tollerata alcun tipo di intimidazione o violenza nei confronti dei sindacati e di nessuna categoria sociale. Ogni violenza va respinta con fermezza.  

Preoccupanti anche gli sviluppi delle indagini da parte delle Forze dell’ordine che a seguito degli assalti che hanno devastato la sede della CGIL e del ferimento di poliziotti e carabinieri, hanno arrestato 12 persone, tra questi anche un ex appartenente ai Nar. Sono accusati a vario titolo per i reati di danneggiamento aggravato, devastazione e saccheggio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. La posizione di queste persone è al vaglio della procura della Repubblica di Roma, sei persone sono state arrestate in flagranza, altre sei, fra i quali appartenenti al movimento politico di estrema destra “Forza Nuova”, nella notte con arresto differito.

Che la violenza covasse all’interno dei gruppi “no-vax” e “no Green Pass” era noto.   

La polizia esattamente il mese scorso, il 9 settembre, su mandato della DDAA (direzione distrettuale antimafia e antiterrorismo) di Milano effettuava delle perquisizioni domiciliari ed informatiche nei confronti di aderenti alla galassia no-vax in varie parti d’Italia, questi ultimi sul canale Telegram si definivano “i guerrieri” ed avrebbero fatto uso di armi e di violenza per protestare conto i vaccini e contro il green pass.

Tra le varie chat in particolare nel mirino degli inquirenti quella che parlava di violenze, anche con armi, e con l’uso di esplosivi fai da te durante un imminente raduno No Vax che si sarebbe dovuto tenere nelle giornate dell’11 e del 12 settembre a Roma e su tutto il territorio nazionale.

La procura di Padova dopo una manifestazione non autorizzata tenutasi il 14 agosto aveva avviato un’inchiesta dove chiedeva alla Digos di verificare eventuali infiltrazioni politiche sospette che puntasse a fare crescere il malcontento sociale, una tattica non nuova da parte di gruppi radicali di matrice eversiva. In particolare nel mirino è stato messo il gruppo Basta Dittatura che utilizzava un canale Telegram (ora chiuso) per informare su tamponi e vaccini, in chiave negazionista, e per convogliare la mobilitazione popolare e violenta.  In passato gruppi neofascisti hanno sfruttato e cavalcato le crescenti tensioni sociali ed economiche legate all’emergenza abitativa, occupazionale e anche quelle inerenti alle questioni migratorie e alla sicurezza, oggi potrebbero sfruttare anche la contingente situazione sanitaria dei contestatori no-van e no-pass per cavalcare ed esasperare la già difficile situazione sociale, provocando vere e proprie situazioni di caos. 

Subito dopo i danneggiamenti alla CGIL sono state lanciate proposte da discutere in Parlamento per lo scioglimento di Forza Nuova e degli altri movimenti dichiaratamente fascisti.

In Francia è stato già adottato un provvedimento simile, il 3 marzo 2021 il Ministro dell’Interno francese Gérald Darmanin, ha dichiarato illegale il movimento giovanile di estrema destra Génération Identitaire (GI) per incitamento all’odio e alla violenza xenofoba. Mentre la Germania pur portando a processo davanti alla Suprema Corte il Partito Nazionaldemocratico di Germania (NPD), un partito di estrema destra e spesso descritto dalla stampa tedesca come un’organizzazione neonazista, non è stato sciolto perché non considerato un potenziale pericolo per la democrazia”.

                                                                            Il Presidente Maurizio Petrocchi

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione scrive senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è la Associazione culturale “La Nuova Italia” che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net