giovedì, Dicembre 2, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 14 novembre alle 8.40 su Rai 1: il lavoro del futuro

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 14 novembre alle 8.40 su Rai 1: il lavoro del futuro

sulla via di damasco

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 14 novembre alle 8.40 su Rai 1: il lavoro del futuro

(none)

Su Rai2, conduce Eva Crosetto: nuovi modelli di impresa partendo dagli ultimi

Nonostante la pandemia si possono creare nuove opportunità per ripartire: è tempo di un’economia nuova.

Eva Crosetta ne parlerà a “Sulla Via di Damasco”, in onda domenica 14 Novembre alle 8.40 su Rai2, con Gianpaolo Calanchi, imprenditore, socio fondatore dell’Associazione Next, che ha creato nuovi modelli di impresa, che guardano al futuro e al bene comune.

Il primo segno di speranza arriva da due migranti, Victor e Victory: racconteranno la loro rinascita dopo l’incontro con Gianpaolo Calanchi. Subito dopo, una storia di successo tutta al femminile con il progetto Quid, un’impresa sociale che si è reinventata dopo il Covid scegliendo la sostenibilità come standard di ripresa, con la voce della sua fondatrice, Anna Fiscale.

Fari accesi sull’economia che non ti aspetti, da Benevento, con le esperienze del Consorzio Sale della Terra: Angelo Moretti, presidente del Consorzio, spiegherà come gli ultimi, i più fragili, siano diventati i primi motori del cambiamento possibile. 

Sulla via di Damasco è un programma televisivo italiano di approfondimento culturale e religioso[1] dedicato al tema del cattolicesimo, trasmesso da Rai 2 a partire dal 2002 e condotto dal 2004 da Giovanni D’Ercole e dal 20 gennaio 2019 da Eva Crosetta.

La trasmissione, nata nel 2002-2003 sulle ceneri dei precedenti Prossimo tuoMillennium e Terzo Millennio, ha avuto per le prime due stagioni il formato del reportage monografico (dai 30 ai 50 minuti), ponendosi come trasmissione di approfondimento culturale e spirituale, realizzando servizi in Italia e fuori da essa. Dal 2004 diventa una trasmissione in studio con il contributo di filmati e ospiti. Dal 2014 la durata è annuale e si è arricchito dei profili social ufficiali Twitter e Facebook[2].

Il programma è stato ideato e condotto fino al 5 gennaio 2019 dal vescovoGiovanni D’Ercole[3][4]. Il programma è stato ideato dallo stesso Giovanni D’Ercole[5], che ne è autore con Vito Sidoti[6] e Roberto Milone (quest’ultimo fino al 2013). D’Ercole nel 2019 ha passato il testimone alla conduttrice Eva Crosetta. Il programma è a cura di Annarita Trimarchi, il produttore esecutivo è Anna Santopadre. Dal 2008 il programma ha come collaboratore don Davide Banzato che è stato anche inviato nei servizi in esterno dal 2010 al 2015[7][8][9][10]. Attualmente collaborano con l’autore Vito Sidoti anche Domitia Caramazza ed Emiliano Fiore; come registi Marina Gambini, Raffaele Genovese, Alessandro Rosati, Paola Vannelli, Maria Cristina Buttà. Il programma è realizzato presso lo Studio 1 della Rai in via Teulada.