mercoledì, Dicembre 1, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per le SS. Messe del 18 novembre alle 7, 8.30 e 19 su TV 2000: dal Santuario di San Giuseppe Vesuviano

Anticipazioni per le SS. Messe del 18 novembre alle 7, 8.30 e 19 su TV 2000: dal Santuario di San Giuseppe Vesuviano

messa

Anticipazioni per le SS. Messe del 18 novembre alle 7, 8.30 e 19 su TV 2000: dal Santuario di San Giuseppe Vesuviano

San Giuseppe Vesuviano – Veduta

Oggi giovedì 18 novembre alle 7, 8.30 e 19 su TV 2000 andranno in onda le SS. Messe quotidiane dal Santuario di San Giuseppe in San Giuseppe Vesuviano.

Prosegue così l’impegno di TV 2000 nel seguire le celebrazioni officiate in questo periodo così difficile durante l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia di coronavirus in atto ed alla normativa restrittiva introdotta per contrastarla.

La trasmissione televisiva della Messa mattutina vuole avvicinare i sacramenti ai fedeli, consentendo a tutti di partecipare alla celebrazione, ed affiancandosi alle cerimonie liturgiche che sono riprese nelle Parrocchie di tutta Italia pur con le misure di sicurezza tuttora necessarie.

La messa si svolge nel Santuario di San Giuseppe in San Giuseppe Vesuviano.

Con atto del notaio Altomando di Ottajano del 4 settembre 1622 un cittadino del luogo, Scipione Boccia, devoto del santo, donò un appezzamento di terra all’Università di Ottajano per fondarvi una chiesetta da intitolarsi a San Giuseppe. Questa chiesetta, dopo la morte di Scipione Boccia, fu ampliata dalla sua vedova Vittoria D’Ambrosio e dal figlio Principio (che per ingrandire la chiesa donarono alla suddetta Università altro terreno). Questa Chiesa fu ingrandita da un’altra edificata a lato agli inizi del XVIII secolo e ancora successivamente agli inizi del XX secolo. Dopo la già citata eruzione del 1906, il tetto della adiacente cappella della congrega dello Spirito Santo crollò a causa del peso delle ceneri eiettate, con conseguenze tragiche: su 200 persone riunite in chiesa per pregare 105 rimasero uccise. Nel secondo dopoguerra, invece, il complesso architettonico rimane intatto[6].

Grazie all’opera del fondatore, monsignor Giuseppe Ambrosio, a cominciare dai primi anni del Novecento la Chiesa ha raggiunto dimensioni imponenti, con alta cupola (1908), facciata monumentale (1926) e prezioso altare maggiore (1955). Sono vivaci i dipinti all’interno, dalla tela della Gloria di san Giuseppe (Angelo Mozzillo, 1784) alle pitture parietali (Pietro Favaro, 1983) e alle vetrate artistiche (2015). La Chiesa è stata elevata al rango di Santuario.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net