giovedì, Gennaio 27, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 12 dicembre alle 8.40 su Rai 1: i santi della porta accanto

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 12 dicembre alle 8.40 su Rai 1: i santi della porta accanto

sulla via di damasco

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 12 dicembre alle 8.40 su Rai 1: i santi della porta accanto

(none)

Su Rai 2, conduce Eva Crosetto: storie di persone normali capaci di grandi dimostrazioni di fede 

C’è un’umanità che racconta un mondo diverso. Domenica 12 dicembre, su Rai2 alle 8.40, “Sulla Via di Damasco” ripercorre le strade dei “santi della porta accanto” che senza clamore, con la vita, esprimono la gioia della fede. Eva Crosetta racconterà una delle ultime italiane proclamate beate, Sandra Sabattini, in compagnia di P. Antonio Marrazzo e Geppi Santamato, rispettivamente postulatore della Causa e amica della beata.

Si parlerà poi di una bimba di 6 anni che ha testimoniato la bellezza del cammino di santità: si chiama Antonietta Meo, ma per tutti è Nennolina. A parlare del suo coraggio e della sua forza d’animo inaspettati, la postulatrice, Anna T. Borrelli.

E’ stata guarita dall’amore e dal miracolo del Beato Luigi Caburlotto, Maria Grazia Veltraino, l’altra protagonista del programma di Vito Sidoti. Una vicenda che ha stravolto la vita e la missione di un sacerdote – medico, Carlo Ambrosio Setti, indeciso su quale delle due vocazioni seguire. Sandra, Nennolina, Luigi: persone apparentemente ‘normali’, ma capaci di atti eroici di fede, speranza e carità. Regia di Marina Gambini.   

Sulla via di Damasco è un programma televisivo italiano di approfondimento culturale e religioso[1] dedicato al tema del cattolicesimo, trasmesso da Rai 2 a partire dal 2002 e condotto dal 2004 da Giovanni D’Ercole e dal 20 gennaio 2019 da Eva Crosetta.

La trasmissione, nata nel 2002-2003 sulle ceneri dei precedenti Prossimo tuoMillennium e Terzo Millennio, ha avuto per le prime due stagioni il formato del reportage monografico (dai 30 ai 50 minuti), ponendosi come trasmissione di approfondimento culturale e spirituale, realizzando servizi in Italia e fuori da essa. Dal 2004 diventa una trasmissione in studio con il contributo di filmati e ospiti. Dal 2014 la durata è annuale e si è arricchito dei profili social ufficiali Twitter e Facebook[2].

Il programma è stato ideato e condotto fino al 5 gennaio 2019 dal vescovo Giovanni D’Ercole[3][4]. Il programma è stato ideato dallo stesso Giovanni D’Ercole[5], che ne è autore con Vito Sidoti[6] e Roberto Milone (quest’ultimo fino al 2013). D’Ercole nel 2019 ha passato il testimone alla conduttrice Eva Crosetta. Il programma è a cura di Annarita Trimarchi, il produttore esecutivo è Anna Santopadre. Dal 2008 il programma ha come collaboratore don Davide Banzato che è stato anche inviato nei servizi in esterno dal 2010 al 2015[7][8][9][10].

Attualmente collaborano con l’autore Vito Sidoti anche Domitia Caramazza ed Emiliano Fiore; come registi Marina Gambini, Raffaele Genovese, Alessandro Rosati, Paola Vannelli, Maria Cristina Buttà. Il programma è realizzato presso lo Studio 1 della Rai in via Teulada.