giovedì, Gennaio 27, 2022
Home > Anticipazioni TV > Il film storico stasera in TV: “Ritratto della giovane in fiamme” lunedì 27 dicembre 2021

Il film storico stasera in TV: “Ritratto della giovane in fiamme” lunedì 27 dicembre 2021

ritratto della giovane in fiamme

Il film storico stasera in TV: “Ritratto della giovane in fiamme” lunedì 27 dicembre 2021 alle 21:15 su Cielo (Canale 26)

Ritratto della giovane in fiamme.jpg

Ritratto della giovane in fiamme (Portrait de la jeune fille en feu) è un film del 2019 scritto e diretto da Céline Sciamma ed interpretato da Valeria Golino, Noémie Merlant e Adèle Haenel.

La pellicola ha vinto il Prix du scénario al Festival di Cannes 2019.[1]

Francia, fine XVIII secolo. Durante una lezione di pittura, una delle allieve della giovane artista Marianne le chiede notizie a proposito di un quadro che lei ha intitolato Ritratto della giovane in fiamme. Marianne, in un lungo flashback, ricorda la sua storia avvenuta anni prima. L’artista viene chiamata a lavorare su un’isola della Bretagna, in casa di una nobile decaduta, per dipingere il ritratto di sua figlia Héloïse, la quale dopo essere cresciuta in un convento è stata richiamata in seguito all’improvvisa morte della sorella perché vada in sposa al nobile di Milano cui questa era promessa. Il nobiluomo ha chiesto un ritratto della futura sposa, ma Héloïse rifiuta di posare per il pittore ingaggiato poiché sa che al completamento del ritratto dovrà sposarsi: Marianne dovrà fingere di essere la sua dama di compagnia, memorizzando il suo volto durante le loro passeggiate per poi dipingerlo in segreto durante la notte.

Col passare dei giorni, tra Marianne e Héloïse si instaura un profondo rapporto: la pittrice, donna libera ed esperta della vita, affascina Héloïse, che deve ancora imparare tutto; viceversa Marianne viene attratta dalla semplicità d’animo della ragazza. Quando Marianne completa il dipinto si sente talmente legata a lei da non poterle mentire, così le rivela l’inganno e le mostra il ritratto: Héloïse lo critica trovandolo poco somigliante, in quanto nel dipingerlo Marianne ha preferito sottostare alle regole della pittura piuttosto che lasciarsi guidare dalle proprie sensazioni. Marianne distrugge il dipinto causando le ire della madre di Héloïse, ma inaspettatamente la ragazza dichiara di voler posare di sua volontà.

La madre di Héloïse parte per Milano lasciando le due amiche sole in compagnia della serva Sophie. Il legame tra le ragazze cresce: Marianne suona per Héloïse L’estate di Vivaldi al clavicembalo e le racconta dei suoi amori, mentre Héloïse legge a Marianne il mito di Orfeo ed Euridice. Successivamente Sophie rivela loro di essere incinta e le due ragazze la aiutano a procurarsi un aborto. Quando tutti i tentativi falliscono, le tre donne si recano al vicino villaggio presso un’anziana donna che possa aiutare Sophie ad abortire, presenziando intanto a una festa cui partecipano sole donne che cantano e ballano. Durante questa festa, il vestito di Héloïse si incendia per un breve istante. Il giorno dopo lei e Marianne si baciano appassionatamente, per poi consumare un rapporto sessuale.

Nei giorni successivi la relazione tra le due donne si intensifica, causando però numerose tensioni man mano che il ritratto di Héloïse viene completato: Marianne inizia infatti ad essere gelosa di Héloïse e ad avere visioni della sua amata vestita da sposa nel buio della casa; Héloïse, dal canto suo, è innervosita dal fatto che Marianne accetti passivamente la fine della loro relazione. Tuttavia, prima che la madre di Héloïse torni a casa, le due si riappacificano e Marianne disegna il proprio autoritratto sul libro di Orfeo ed Euridice, perché l’amata la ricordi quando saranno separate. Al ritorno della madre le due si dicono addio ma, come nel mito, Marianne si volterà indietro un’ultima volta per vedere Héloïse in abito da sposa, prima di perderla per sempre.

Successivamente Marianne incontra altre due volte Héloïse: la prima, durante un’esposizione di quadri, dove un altro dipinto ritrae Héloïse con suo figlio, ma ha tra le mani il libro donatole da lei e le dita sulla pagina con l’autoritratto. L’ultima volta, durante un concerto, mentre Heloise è travolta dalle emozioni ascoltando L’estate di Vivaldi.

Regia di Céline Sciamma.

Con: Valeria Golino, Noémie Merlant e Adèle Haenel

Fonte: WIKIPEDIA