mercoledì, Gennaio 26, 2022
Home > Anticipazioni TV > Il film cult stasera in TV: “007 – Il domani non muore mai” sabato 15 gennaio 2022  

Il film cult stasera in TV: “007 – Il domani non muore mai” sabato 15 gennaio 2022  

il domani non muore mai

Il film cult stasera in TV: “007 – Il domani non muore mai” sabato 15 gennaio 2022 alle 21:25 su Rete 4  

Tomorrow Never Dies (1997) - Wai Lin & James Bond.png

Il domani non muore mai (Tomorrow Never Dies) è un film del 1997 diretto da Roger Spottiswoode. Si tratta del diciottesimo film della saga di 007 e secondo con Pierce Brosnan nei panni di James Bond, i cui principali interpreti oltre a Brosnan sono Jonathan PryceMichelle Yeoh e Teri Hatcher.

«Non c’è miglior notizia di una brutta notizia.»
(Elliot Carver)

MI6 invia James Bond in Afghanistan per neutralizzare una gang di commercianti d’armi, tra cui il pioniere del tecnoterrorismo Henry Gupta, braccato dall’FBI. Nonostante M insista nel lasciare che 007 finisca la sua azione, l’ammiraglio britannico Roebuck ordina alla fregata HMS Chester di sparare un missile al bazar. Bond poi scopre che su un L-39 Albatross sono montati due missili nucleari ed è costretto a portar via – con non poca difficoltà – il velivolo alcuni secondi prima che il bazar sia distrutto.

Allo stesso tempo, Bond risale così a Elliot Carvermagnate dei media, interessato a distruggere governi e carriere di vip con i suoi servizi. Questi, inoltre, stimola la reazione dell’MI6 in quanto ha intenzione di scatenare una guerra tra Cina e Inghilterra. Intercettandone il segnale GPS, Gupta manda la fregata HMS Devonshire fuori rotta nelle acque territoriali cinesi nel Mar Cinese Meridionale; qui la nave viene distrutta attraverso una nave stealth, invisibile ai radar, che abbatte anche un J-7 jet da combattimento cinese.

Il tutto avviene con armi rubate da entrambe le parti per far risultare che ci sia stato un attacco incrociato. Il britannico Ministro della Difesa ordina di spostare la flotta per recuperare la fregata e possibilmente rivalersi, lasciando solo 48 ore a M per indagare sul suo affondamento prima di entrare in guerra.

M manda quindi Bond a investigare su Carver dopo che egli ha appena pubblicato articoli sulle ore di crisi prima che l’MI6 ne venisse a conoscenza. Bond giunge ad Amburgo, sede del network, per sedurre la moglie di Carver, Paris, che è anche stata un’ex fidanzata di Bond, al fine di ottenere informazioni che lo aiutino a entrare nel quartier generale di Carver.

Qui egli scoprirà che il magnate vuole causare la guerra solo per guadagnare soldi e audience. Bond blocca la trasmissione inaugurale di Carver sulla sua rete satellitare e recupera il codificatore GPS rubato mentre Carver ordina di uccidere Paris e Bond. Paris, comunque, muore per mano di Kaufman, un sicario assoldato dal magnate per uccidere sia lei che 007, e che finisce però per essere eliminato da quest’ultimo.

In una base americana di Okinawa, Bond scopre che l’encoder è stato manomesso e si fa paracadutare nel Mar Cinese Meridionale con una muta subacquea per indagare sul relitto (che si scopre in realtà giacere in acque territoriali vietnamite).

Insieme al colonnello Wai Lin, affascinante donna appartenente ai servizi segreti cinesi, esplora la nave affondata e ambedue scoprono uno dei suoi missili da crociera mancanti, ma sono catturati da Stamper – uno scagnozzo di Carver – e trasportati alla sede del network di Saigon. Riescono comunque a fuggire, sia pur avventurosamente, e decidono d’indagare insieme. I due fanno sì che venga contattata la Royal Navy e l’Aeronautica cinese per spiegare le reali intenzioni di Carver, finalizzate a provocare un colpo di stato in Cina in modo da acquisirne l’esclusiva del monopolio mediatico.

Bond scopre che Carver, tramite la sua super corazzata nave stealth (invisibile ai radar), intende lanciare un missile sulla Cina in tal modo che i cinesi ritengano che i responsabili dell’attentato siano gli inglesi e muovano guerra al Regno Unito.

Bond e Wai Lin riescono a salire a bordo della nave e la minano di esplosivo, rendendola in questo modo visibile ai radar così che sia gli inglesi che i cinesi capiscano il doppio gioco architettato da Carver. Nello scontro che segue, Bond riesce a uccidere Carver spingendolo verso la grande trivella rotante subacquea che era stata utilizzata per affondare la fregata inglese, e riesce ad eliminare anche Stamper. Dopo aver manomesso il missile, Bond e Wai Lin si gettano in acqua prima che l’esplosione distrugga la nave.

Regia di Martin Campbell

Con Pierce Brosnan e Natalya Simonova

Fonte: WIKIPEDIA