sabato, Luglio 2, 2022
Home > Marche > Camporotondo, rinviate a data da destinarsi le esequie di Giorgio Diletti

Camporotondo, rinviate a data da destinarsi le esequie di Giorgio Diletti

Camporotondo

di Maurizio Verdenelli

Rinviate a data da destinarsi le esequie di Giorgio Diletti previste questa mattina nella chiesa di San Marco prospicente il palazzo comunale dov’e’ la camera ardente di colui che restera’ per sempre il Sindaco di Camporotondo sul Fiastrone. L’emergenza Covid fara’ prolungare ‘fisicamente’ il lutto e l’addio per Giorgio, l’amico di tutti, l’uomo stimato e saggio da sempre punto di riferimento della sua comunita’. Tutto era gia’ pronto per l’ultimo saluto nella chiesa parrocchiale dove appena qualche anno fa Diletti ‘condusse’ la fedele Brigata di Amici ‘fuori le Mura’ (quorum ego) per ricordare Michele De Feis.

L’ex prefetto di Macerata, Vicenza, Trieste, direttore generale agli Interni, poi (ormai in congedo) della nascente provincia di Fermo era stato infatti per anni la presenza fissa del Gruppo che si riuniva nella bella e grande casa del sindaco fuori dal paese, affacciata sui Monti Azzurri. Prefetti e questori (pure fuori provincia), presidenti di enti territoriali (a cominciare dall’affezionatissimo fedelissimo Pettinari, continuando con Giorgio Bottacchiari e Fabio Macedonj), alti gradi delle Forze dell’Ordine, generali, intellettuali, giornalisti, amministratori pubblici presenti e passati. Tra questi il ‘Delfino’ del padrone di casa, il futuro sindaco Emanuele Tondi, docente Unicam, geologo che nel 2016 ha individuato esattamente la faglia del piu’ devastantebsisma dell’Italia centrale da 160 anni a questa parte. Geologo, Emanuele, come Cesare Bocci, anch’egli di Camporotondo, amicissimo anch’egli di Giorgio di cui piange la scomparsa.A ricordare cosi’ quel Gruppo, non lo nascondo, si potrebbe eppure per assurdo pensare ai preparativi di un…Colpo di Stato ordito nel silenzio dei Sibillini.

Se non fosse che tutti quei signori, integerrimi servitori della Repubblica, non avrebbero accettato neppure per tutto l’oro del mondo un invito ‘fuori ordinanza’, in case private. Ad eccezione di casa Diletti. Di Giorgio ci si poteva fidare. Sin da quel caldissimo 91 quando, unico sindaco del Maceratese prescelto a sbrogliare l’inquietante ‘matassa albanese’, seppe gestire la crisi dell’accoglienza di chi era fuggito dalla propria terra in fiamme approdando sulle coste marchigiane. E non fu affatto facile risolvere quella prima questione d’immigrazione con personalita’ problematiche, rese ancor piu’ dalle violenze e dalla paura. Ci pensarono Giorgio, affabile ma determinato….e pure San Francesco nel cui nome sorge da secoli il coevo convento di Colfano dove furono ospitati i profughi albanesi (ai quali il sindaco, per evitare devastazioni, procuro’ tempestivamente i richiesti apparecchi tv).L’unita’ di crisi mise in evidenza le doti e il talento del sindaco di Camporotondo.

E tutti ne furono ammueati. Nacque un’amicizia vera, profonda. Incontrarsi certe sere a casa di Giorgio fu naturale. Serate che si concludevano inevitabilmente con il tresette dove il dottor De Feis (accompagnato dal fedelissimo sindaco di Potenza Picena, Leonardo Melatini) prevaleva nell’ultima sfida, al fatidico grido “lo scherzo e’ finito!” sul presidente della Provincia, Pettinari Tonino. In tal modo, tra recriminazioni, mai contenute esultanze si concludevano quelle serate tra vincitori e sconfitti. Nella memoria restano ora il calore dell’amicizia che ogni volta si rinnovava e quello ‘scherzo che finiva’ all’ultima smazzata del Signor Prefetto, che vorremmo cristallizzato in un tempo per sempre indefinito.

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione scrive senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è la Associazione culturale “La Nuova Italia” che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net