venerdì, Maggio 27, 2022
Home > Marche > Attacco a beni comuni e diritti dal Ddl Concorrenza, Ruggeri: “La giunta si attivi per ottenere modifiche”

Attacco a beni comuni e diritti dal Ddl Concorrenza, Ruggeri: “La giunta si attivi per ottenere modifiche”

reddito

Attacco a beni comuni e diritti dal Ddl Concorrenza, Ruggeri dei 5 Stelle: «La giunta regionale deve attivarsi per ottenere radicali modifiche del testo»

Il disegno di legge Concorrenza è, secondo il gruppo consiliare dei 5 Stelle, un attacco frontale ai beni comuni e a tutti i diritti collegati. Lo è in particolare all’acqua gestita attraverso il servizio idrico integrato pubblico.

«Sono previste disposizioni – afferma la capogruppo Marta Ruggeri – orientate a privatizzare i servizi pubblici essenziali, perché renderebbero straordinaria e residuale la gestione in house, incentivando invece gli affidamenti a mercato. La giunta regionale deve quindi attivarsi per fare in modo che ciò non accada».
La capogruppo Ruggeri e la consigliera Simona Lupini, a sua volta di M5S, hanno depositato una mozione, una proposta che – se fosse approvata dal consiglio regionale – impegnerebbe la giunta Acquaroli a utilizzare «tutte le sedi di raccordo istituzionale con lo Stato, come la Conferenza Unificata», per conseguire significative modifiche del Ddl Concorrenza.

«L’obiettivo – argomenta Ruggeri – è di salvaguardare competenza e prerogative sia delle Regioni sia degli altri enti locali. Proprio le realtà più vicine agli interessi e ai diritti del cittadino sarebbero travalicate da disposizioni del livello statale, che spingono i gestori pubblici alla fusione con gestori privati o pubblico-privati operanti nei servizi pubblici a rilevanza economica dello stesso ambito territoriale. Da abrogare in particolare un articolo del Ddl in questione, il numero 6, come prima fonte delle ingerenze indebite».

Il gruppo consiliare dei 5 Stelle, prosegue la capogruppo, ha individuato numerose criticità nel Ddl Concorrenza, in particolare in quell’articolo. Per esempio, l’imposizione di un discutibile iter burocratico per gli affidamenti in house che «rischia di risultare un ulteriore pesante aggravio amministrativo», soprattutto per le realtà pubbliche più piccole. In definitiva, conclude Ruggeri, un disegno di legge che appare fuori sintonia tanto rispetto alla «necessità di ripensare con urgenza e tempestività il modello sociale» (protezione dei beni comuni, politiche di transizione ecologica e di giustizia sociale) quanto all’esito del referendum nel 2011, «contrario a privatizzare i servizi pubblici locali» e favorevole «a sottrarli alle dinamiche di profitto, perché ritenuti beni essenziali».

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net