venerdì, Maggio 20, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per il Grande Teatro in TV di Ettore Petrolini del 22 febbraio alle 15.45 su Rai 5: “Farse romane” a cura di Belisario Randone

Anticipazioni per il Grande Teatro in TV di Ettore Petrolini del 22 febbraio alle 15.45 su Rai 5: “Farse romane” a cura di Belisario Randone

farse romane

Anticipazioni per il Grande Teatro in TV di Ettore Petrolini del 22 febbraio alle 15.45 su Rai 5: “Farse romane” a cura di Belisario Randone

Grande Teatro di Rojas in TV del 21 gennaio su Rai 5: "La Celestina"

Per il Grande Teatro in TV di Ettore Petrolini propone le “Farse Romane” in onda su Rai 5 martedì 22 febbraio alle 15.45 nella versione a cura di Belisario Randone trasmessa dalla Rai nell’agosto 1973.

Il brano teatrale in onda è la commedia del 1917 “Romani de Roma” di Petrolini con la regia di Piero Panza e l’interpretazione di Mario Scaccia e Giusi Raspani Dandolo dal Teatro Valle di Roma.

Ettore Pasquale Antonio Petrolini (Roma12 gennaio 1884 – Roma29 giugno 1936) è stato un attorecabarettistacantantedrammaturgosceneggiatorecompositore e scrittore italiano, specializzato nel genere comico. È considerato uno dei massimi esponenti di quelle forme di spettacolo a lungo considerate teatro minore, termine con il quale si identificavano il teatro di varietà, la rivista e l’avanspettacolo.

La sua importanza nel panorama del teatro italiano è ormai pienamente riconosciuta. Riassumendo in sé l’attore e l’autore, Petrolini ha inventato un repertorio e una maniera, che hanno profondamente influenzato il teatro comico italiano del Novecento

Il Teatro Valle “Franca Valeri” è un teatro di Roma, sito nel rione Sant’Eustachio, è il teatro moderno più antico d’Europa [1][2].

Inaugurato nel 1727 su progetto dell’architetto Tommaso Morelli, il teatro fu più volte al centro di lavori di manutenzione e ammodernamento, che coinvolsero diversi architetti e artisti. Tra le opere di maggior rilievo ospitate si ricordano la prima romana del Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart (1811) e le prime assolute di diverse opere di Gioachino Rossini e Gaetano Donizetti, oltre che di Sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello (1921).

Nel secondo dopoguerra fu preso in gestione dall’Ente teatrale italiano. Dopo la soppressione dell’ente, il 31 maggio 2010[3], il teatro fu chiuso e poi occupato pacificamente da alcuni attivisti, dal 2011 al 2014. Nel 2016 lo stabile è stato trasferito a Roma Capitale, per esser poi parzialmente riaperto nel 2018. Nel 2021 è stato intitolato a Franca Valeri. Entro la fine nel 2021 è previsto l’inizio dei lavori di ammodernamento e messa in sicurezza, in vista di una completa riapertura dell’edificio nel 2024.