giovedì, Maggio 26, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 27 gennaio alle 8.40 su Rai 2: lo spirito e la fede dell’Ucraina

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 27 gennaio alle 8.40 su Rai 2: lo spirito e la fede dell’Ucraina

sulla via di damasco

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 27 gennaio alle 8.40 su Rai 2: lo spirito e la fede dell’Ucraina

(none)

Un programma di Vito Sidoti su Rai 2, conduce Eva Crosetto

La crisi in Ucraina riapre ferite terribili del recente passato. “Sulla Via di Damasco”, in onda domenica 27 febbraio alle 8.40 su Rai 2, fissa lo sguardo su questa terra ricca di storia, di fede e di spiritualità.

Sarà un viaggio nella tradizione e nella storia religiosa di questo popolo dell’estremo confine d’Europa, riproponendo alcune testimonianze di un attualissimo reportage che il programma di Vito Sidoti ha realizzato qualche tempo fa, accompagnati dalle parole di Papa Francesco che invocano la pace e dall’analisi del Direttore di Avvenire Marco Tarquinio.

All’interno della trasmissione, le voci di molti protagonisti di quella “Rivoluzione della dignità” di piazza Majdanche segnerà l’inizio di una nuova epoca per il popolo ucraino. In compagnia di P. George Kovalenko, le telecamere si soffermeranno sulle meraviglie della Cattedrale di Santa Sofia e del Monastero di San Michele, il cuore spirituale di tutta l’Ucraina, rifugio per molti manifestanti nei tempi della rivoluzione.

Ma il luogo che esprime meglio di tutti la fede del popolo ucraino, è il monastero delle grotte (Pečerska Lavra), della cui magnificenza e valore storico parlerà l’esperto Vladislav Dyatlov. Il programma condotto da Eva Crosetta si conclude con le voci di Vitaly Khrabatyn e di P. Wojciech Surowka, per comprendere in profondità la vera identità cristiana della giovane Ucraina, nonostante il suo doloroso passato e questi nuovi venti di guerra.

Sulla via di Damasco è un programma televisivo italiano di approfondimento culturale e religioso[1] dedicato al tema del cattolicesimo, trasmesso da Rai 2 a partire dal 2002 e condotto dal 2004 da Giovanni D’Ercole e dal 20 gennaio 2019 da Eva Crosetta.

La trasmissione, nata nel 2002-2003 sulle ceneri dei precedenti Prossimo tuoMillennium e Terzo Millennio, ha avuto per le prime due stagioni il formato del reportage monografico (dai 30 ai 50 minuti), ponendosi come trasmissione di approfondimento culturale e spirituale, realizzando servizi in Italia e fuori da essa. Dal 2004 diventa una trasmissione in studio con il contributo di filmati e ospiti. Dal 2014 la durata è annuale e si è arricchito dei profili social ufficiali Twitter e Facebook[2].

Il programma è stato ideato e condotto fino al 5 gennaio 2019 dal vescovo Giovanni D’Ercole[3][4]. Il programma è stato ideato dallo stesso Giovanni D’Ercole[5], che ne è autore con Vito Sidoti[6] e Roberto Milone (quest’ultimo fino al 2013). D’Ercole nel 2019 ha passato il testimone alla conduttrice Eva Crosetta. Il programma è a cura di Annarita Trimarchi, il produttore esecutivo è Anna Santopadre. Dal 2008 il programma ha come collaboratore don Davide Banzato che è stato anche inviato nei servizi in esterno dal 2010 al 2015[7][8][9][10].

Attualmente collaborano con l’autore Vito Sidoti anche Domitia Caramazza ed Emiliano Fiore; come registi Marina Gambini, Raffaele Genovese, Alessandro Rosati, Paola Vannelli, Maria Cristina Buttà. Il programma è realizzato presso lo Studio 1 della Rai in via Teulada.