sabato, Maggio 21, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per Agorà del 5 maggio alle 8 su Rai 3: la guerra in Ucraina

Anticipazioni per Agorà del 5 maggio alle 8 su Rai 3: la guerra in Ucraina

Agorà

Anticipazioni per Agorà del 5 maggio alle 8 su Rai 3: la guerra in Ucraina

(none)

Su Rai3 con Luisella Costamagna e Senio Bonini si parla di emergenza rifiuti e l’intervista al sindaco di Roma Roberto Gualtieri

Tutte le ultime sulla guerra in Ucraina: dal nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia, annunciato dalla Commissione Europea, ai contrasti sull’invio di nuove armi. Focus sulla tenuta del governo Draghi, dopo le fibrillazioni registrate all’interno della maggioranza.

Appuntamento, quindi, con i consueti sondaggi settimanali di Agorà. Questi – insieme ai collegamenti dalle principali zone del conflitto – i temi principali della puntata di Agorà di, giovedì 5 maggio, in onda dalle 8 alle 10.30 su Rai3. Ospiti di Luisella Costamagna in Agorà saranno: Vittoria Baldino (Movimento Cinque Stelle); Davide Faraone (Italia Viva); Augusta Montaruli (Fratelli d’Italia); Alessandro Alfieri (Partito Democratico); Paolo Magri (Vicepresidente ISPI); Fabrizio Masia (Sondaggista); Claudio Cerasa (Direttore Il Foglio); Tiziana Ferrario (giornalista); Klaus Davi (giornalista) e Francesco Maria Del Vigo (Vicedirettore Il Giornale).

In Agorà Extra spazio a un approfondimento sugli oligarchi russi. Dal caso delle sei morti misteriose in tre mesi, ai rapporti con il presidente russo Vladimir Putin, ai sequestri internazionali di ville, società e yacht.  Ospiti di Senio Bonini dalle 9.45 alle 10.30 saranno: Alessandro Marrone (Istituto Affari Internazionali – Responsabile Programma Difesa); Anna Alexandrova (Università La Sapienza Roma – Lettrice di Russo;) Chiara Albanese (Bloomberg); Antonio Caprarica (giornalista) e Ivan Cimmarusti (Sole 24 Ore).

Agorà è un programma televisivo italiano di approfondimento politico e sul territorio, in onda su Rai 3 dal 27 settembre 2010, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 10.

Voluto dal direttore Antonio Di Bella e confermato dal reintegrato Paolo RuffiniAgorà ha esordito il 27 settembre 2010 prendendo il posto del programma Cominciamo bene, che era trasmesso dal 1999. Il programma avrebbe dovuto inizialmente intitolarsi A onor del vero, ma fu cambiato poco dopo con il titolo attuale (secondo quanto dichiarato da Andrea Vianello, primo conduttore della trasmissione, fu ispirato da una locandina del film Agora di Alejandro Amenábar)[1].

La prima edizione va in onda dalle 9 alle 11 (il lunedì dalle 9 alle 10), mentre le successive anticipano di un’ora la collocazione nel palinsesto di Rai 3, andando in onda dalle 8 alle 10, orario che mantiene tuttora.

La trasmissione ha l’obiettivo di raccontare l’Italia attraverso la lente della politica, combattendo l’uso del politichese e creando un ponte logico tra l’astrattezza della politica parlata e i problemi reali della vita di tutti i giorni dei cittadini. Nel corso degli anni il programma ha conquistato il consenso di pubblico, raggiungendo risultati di ascolti importanti, con share superiori al 12%.

Il 1º gennaio 2013 Andrea Vianello diventa direttore di Rai 3 e, il 4 marzo, lascia la conduzione a Gerardo Greco che guiderà il programma fino al 30 giugno 2017, coadiuvato, come già Vianello, dai capi autori David Becchetti e Dario Buzzolan. Dall’11 settembre 2017 la conduzione passa nelle mani della giornalista Serena Bortone, già conduttrice della versione estiva, mantenendola fino al 26 giugno 2020. A seguito del passaggio della conduttrice su Rai 1 dove condurrà Oggi è un altro giorno, dal 7 settembre 2020 il programma è condotto da Luisella Costamagna.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net