giovedì, Maggio 26, 2022
Home > Anticipazioni TV > Il film storico stasera in TV: “Il processo di Norimberga” sabato 14 maggio 2022

Il film storico stasera in TV: “Il processo di Norimberga” sabato 14 maggio 2022

il processo

Il film storico stasera in TV: “Il processo di Norimberga” sabato 14 maggio 2022 alle 21.15 su La 7  

Il processo di Norimberga - Wikipedia

Il processo di Norimberga (Nuremberg) è un film televisivo in due puntate del 2000 diretto da Yves Simoneau e tratta dal libro Nuremberg: Infamy on Trial scritto da Joseph E. Persico nel 1994.

Tra gli interpreti figurano Alec BaldwinJill HennessyMichael Ironside e Brian Cox nel ruolo del comandante nazista Hermann Göring, ruolo che valse all’attore un premio Emmy come miglior attore non protagonista in una miniserie televisiva.

Trasmessa negli Stati Uniti il 16 e 17 luglio 2000 sulla rete TNT,[1] la miniserie è andata in onda in Italia il 7 e 8 agosto 2001 sul canale a pagamento TELE+ Bianco.[2][3]

Riproduzione del processo di Norimberga tenutosi al termine della seconda guerra mondiale, in cui ventuno personalità di spicco del regime nazista (tra cui Hermann GöringJoachim von RibbentropFritz Sauckel e Albert Speer), vennero incriminate per crimini di guerra e contro l’umanità.

Incongruenze storiche

  • Nel film, Hermann Göring, insieme alla moglie e alla figlia, dopo un viaggio in automobile si arresero presso un’anonima base dell’aviazione americana in Germania il 12 maggio 1945. In realtà, Göring, dopo aver inviato un aiutante al generale di brigata Robert I. Stack in cui si offrì di arrendersi personalmente al generale Dwight D. Eisenhower, fu scoperto e arrestato vicino a Radstadt da un distaccamento della Settima Armata degli Stati Uniti, e fu inviato attraverso le linee tedesche per trovarlo e portarlo in una posizione sicura americana, il 6 maggio 1945.
  • Wilhelm Keitel è chiamato erroneamente ‘ammiraglio’ durante la lettura della sentenza, quando, in altre parti del film viene correttamente chiamato feldmaresciallo.
  • Nel film Jackson descrive il Palazzo di Giustizia di Norimberga come “lo stesso edificio in cui furono decretate le leggi di Norimberga per privare tutti gli ebrei tedeschi di tutti i loro diritti”. In realtà, le Leggi di Norimberga sono state introdotte dal Reichstag in una riunione speciale all’annuale Raduno di Norimberga del NSDAP. Il Palazzo di Giustizia di Norimberga era tutto un altro edificio che fungeva da tribunale regionale e non ebbe alcuna relazione con i raduni nazisti.
  • Nel film Jackson fallisce il primo interrogatorio con Gӧring riuscendo a recuperare solo il secondo giorno nel controinterrogatorio. Nella realtà anche il controinterrogatorio fu un totale disastro e danneggiò gravemente la reputazione dello stesso Jackson.
  • Nel film i verdetti e le condanne si vedono pronunciati in aula con gli imputati tutti insieme presenti. In realtà sono stati pronunciati separatamente e ciascun imputato è stato chiamato singolarmente.
  • Il colonnello Burton C. Andrus non era presente alle esecuzioni.
  • Quando gli imputati vengono incriminati dal maggiore Neave tutti rilasciano delle dichiarazioni orali. In realtà, queste dichiarazioni sono state raccolte dal capitano Gustave Gilbert che ha chiesto agli imputati di scrivere le loro prime reazioni su una copia delle accuse.
  • Nel film Albert Speer viene arrestato mentre tiene una conferenza a soldati americani. In realtà, Speer fu arrestato insieme a Karl Dönitz e Alfred Jodl a Flensburg nel luogo in cui avevano istituito un governo provvisorio.
  • Nel film al capitano Gilbert viene concesso dal colonnello Andrus il diritto di parlare con i prigionieri in cambio di una biblioteca e di un campo di ginnastica. In realtà, Gilbert è stato incaricato dall’esercito americano unicamente di parlare con i prigionieri al fine di riportare il loro stato d’animo.
  • Il tribunale è rappresentato con quattro giudici, quando in realtà erano otto, uno anziano e uno giovane per ciascuna delle quattro potenze alleate.
  • Il suicidio di Göring viene scoperto quando le guardie vengono per portare all’esecuzione Von Ribbentrop, mentre, in realtà, Göring sarebbe dovuto andare per primo ed è subentrato Ribbentrop a causa del suicidio di Göring.
  • Alle esecuzioni i condannati dichiarano i loro nomi sulla forca e rilasciano le loro dichiarazioni finali. Nella realtà i condannati pronunciarono i loro nomi in fondo alla scalinata al patibolo e le dichiarazioni fatte in tedesco, vennero pronunciato tradotte da un interprete presente sul patibolo. Inoltre, le esecuzioni si tennero all’esterno del palazzo e il sacerdote (o il pastore) era presente sul patibolo per tutto il tempo dell’esecuzione. Alcune impiccagioni poi sono state eseguite maldestramente poiché non tutti i giustiziati sono caduti con una forza sufficiente per causare la morte immediata. Inoltre la botola era troppo piccola, e causò numerose ferite alla testa ad alcuni degli uomini, come mostrano le immagini dei corpi.
  • Nel film vengono saltate le esecuzioni di Wilhelm FrickAlfred Rosenberg e Arthur Seyss-Inquart.

Regia di Martin Campbell

Con Daniel CraigEva Green, Mads Mikkelsen e Judi Dench

Fonte: WIKIPEDIA