mercoledì, Luglio 6, 2022
Home > Italia > Ucraina, Tarquinio: “Impossibile non vedere gli interessi degli Stati Uniti”

Ucraina, Tarquinio: “Impossibile non vedere gli interessi degli Stati Uniti”

ucraina

Ucraina, Tarquinio: “Impossibile non vedere gli interessi degli Stati Uniti”

Il direttore di Avvenire a colloquio con FQ MillenniuM, in edicola da sabato 14 maggio sulla guerra in Ucraina: “I democratici Usa ostili a Putin. Tutto è iniziato con Hillary Clinton, non la perdonerò mai”

“Gli Stati Uniti? Sono stato giovane quando trionfava l’antiamericanismo, ma ho sempre pensato che quello fosse il Paese dal quale veniva un vento di libertà. Oggi, però, non puoi far finta di non vedere i giochi di potere, gli interessi economici. Così come trovo assurdo definire “macellaio” qualcuno con cui poco prima si sono fatti affari”. Marco Tarquinio, direttore di Avvenire, non arretra dalle sue posizioni sulla guerra in Ucraina che gli sono costate molte critiche, ma hanno reso “il giornale dei preti” – è edito dalla Conferenza episcopale italiana – un punto di riferimento per il pacifismo, anche di sinistra. Ne parla su FQ MillenniuM, il mensile diretto da Peter Gomez in edicola da sabato 16 maggio, in un colloquio con Ettore Boffano

Anche a Tarquinio è stata affibbiata l’etichetta di “putiniano” (“Non voglio più parlarne”, dice), ma lui rivendica fra l’altro di aver denunciato dalle colonne del suo giornale la distruzione  di Aleppo da parte dei russi nella guerra in Siria. “Eppure le responsabilità degli Stati Uniti esistono”, rimarca. “L’accerchiamento nei confronti di Mosca c’è stato eccome, anche se non si può certo giustificare  l’aggressione. Se fossi statunitense voterei democratico, ma non posso dimenticare che sono stati proprio loro i più ostili a Putin. Tutto ciò è cominciato con Hillary Clinton segretaria di Stato di Obama: non glielo perdonerò mai. E ancora: “Non accetto che non si possa dire che gli Stati Uniti stiano facendo una guerra per procura: anche questo serve a capire la situazione”. 

Il direttore di Avvenire fa propria la strada segnata da Papa Francesco nell’enciclica “Fratelli tutti”: “Oggi non ha più senso parlare di guerra giusta”, e quelli che hanno attaccato il Pontefice per la sua posizione sulla guerra in Ucraina “sono ridicoli: lo vorrebbero cappellano di una delle due parti, ma lui non può esserlo”.

Ma la rinuncia alle armi con un’invasione in corso è un’opzione realistica? “Dopo il 1945, nessun’altra guerra si è conclusa con più libertà, con più democrazia, come accadde invece allora. Credo con forza, ormai, che la resistenza contro l’aggressore possa essere solo non violenta. E non solo sul piano diplomatico, ma attraverso comportamenti concreti: non una resa, ma un reagire effettivo”. 

Oggi, conclude il direttore, “il rischio è il prevalere della propaganda, del numero di morti da far pesare al tavolo della pace e della retorica contrapposta degli ‘eroi’ che hanno difeso Mariupol e gli ‘eroi’ che l’hanno conquistata”. 

SCHEDA FQ MILLENNIUM

FQ MillenniuM compie cinque anni, cinque anni che hanno sconvolto il mondo.Inchieste lunghe, approfondite e sorprendenti. Una squadra di giornalisti investigativi in grado di coniugare la ricerca dello scoop con uno stile narrativo che fa riscoprire il piacere della lettura. Rubriche di grandi firme, reportage fotografici, infografiche. È la filosofia di FQ MillenniuM, il mensile della Società Editoriale Il Fatto (SEIF) diretto da Peter Gomez. Il progetto grafico innovativo è dell’art director Pierpaolo Balani, ed è pensato per accompagnare la narrazione e guidare la lettura.

FQ MillenniuM è un monografico “aperto”, con un tema portante approfondito in tutte le sue sfaccettature, prima con inchieste, focus e interviste, poi con una parte più fantasiosa e pop. Per indagare, di volta in volta, un  mondo e il suo contorno.

Sabato 14 maggio in edicola con il Fatto Quotidiano

Dal 15 maggio solo FQ MillenniuM a € 3,90

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.