mercoledì, Luglio 6, 2022
Home > Mondo > Severodonetsk, infuria la battaglia: “Ora abbiamo la nostra Mariupol”

Severodonetsk, infuria la battaglia: “Ora abbiamo la nostra Mariupol”

severodonetsk

Severodonetsk, infuria la battaglia: “Ora abbiamo la nostra Mariupol”

La città di Severodonetsk è attualmente l’epicentro della battaglia per il Donbas. Le truppe ucraine stanno cercando di mantenere la linea ma, secondo lo stato maggiore ucraino, le forze russe sono già trincerate nella periferia orientale della città. Il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato domenica che gli attacchi russi hanno distrutto tutte le infrastrutture nevralgiche della città e danneggiato il 90% dei suoi edifici.

Oleksandr Stryuk, il capo dell’amministrazione militare e civile di Severodonetsk, ha riferito che almeno 1.500 residenti sono rimasti uccisi. Il quotidiano on line Meduza ha raccolto le testimonianze di chi è riuscito a fuggire dalla città.

“Sono nato a Severodonetsk e ho vissuto lì per tutta la vita. A metà marzo, le forze ucraine hanno iniziato a girare intorno al nostro insediamento: hanno detto che sarebbe stato meglio per noi andarcene.

I genitori della mia ragazza vivono nella porta accanto e quella sera stessa, a una riunione di famiglia, abbiamo deciso di andarcene. Io e i miei genitori non volevamo andare, ma abbiamo deciso di non separarci. A quel punto non avevamo luce né gas e c’erano problemi con le provviste. Siamo andati a Slovyansk, dove abbiamo avuto l’opportunità di rimanere, [ma] poi abbiamo deciso di rimanere a Dnipro.

Ho iniziato a fare volontariato quando ero ancora a Severodonetsk. Noi, una compagnia di volontari, abbiamo preso minibus e consegnato aiuti umanitari ai rifugi antiaerei ed evacuato i residenti. Le evacuazioni si sono fermate a fine aprile, chi voleva lasciare la città lo aveva già fatto. Ora gli unici rimasti sono quelli che non hanno un posto dove andare: anziani e disabili che fisicamente non possono andarsene.

Il nostro ultimo viaggio in città è stato il 22 maggio. Arrivarci è stato molto difficile e pericoloso. Uno dei due ponti per Severodonetsk da Lysychansk è stato fatto saltare in aria. Il secondo ponte è intatto, ma è stato gravemente danneggiato ed è costantemente sotto tiro.

Quando [le truppe russe] vedono un convoglio, iniziano i bombardamenti; che si tratti di un convoglio militare o civile non importa. Eravamo davvero preoccupati: ci sono stati casi in cui i volontari sono stati licenziati. Alla fine siamo riusciti ad entrare in città. La prima cosa che dovevamo fare era fermarci per aiutare le truppe [ucraine]: abbiamo dato benzina ecibo. Mentre eravamo in piedi e parlavamo con loro, la loro posizione è stata colpita dai colpi di mortaio, ma i proiettili li hanno mancati.

Poi siamo andati in giro per la città per distribuire cibo, carburante e altri aiuti umanitari. Ma appena siamo arrivati ​​al primo indirizzo, hanno iniziato a bombardare l’intero quartiere della città vecchia, dove eravamo noi. Sparavano senza fermarsi, le cose prendevano costantemente fuoco. Non siamo stati in grado di visitare nemmeno la metà dei 20 indirizzi sulla nostra lista. Dovevamo raccogliere cinque gatti [da una casa], ma non siamo riusciti a passare.

Quando abbiamo visitato la città due o tre settimane fa, si vedevano ancora persone che andavano in giro con i sacchetti della spesa, in sella alle loro biciclette. Ma quando siamo arrivati ​​[il 22 maggio] abbiamo visto una città vuota, nessuno stava lasciando i rifugi. Non finirà bene per la città. Ora abbiamo la nostra Mariupol”.

Fonte: https://meduza.io/en/feature/2022/05/30/we-now-have-our-own-mariupol

Foto: Wikipedia

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net