giovedì, Luglio 7, 2022
Home > Italia > Niccolò Ciatti, delitto bestiale: “Calcio sferrato per uccidere”

Niccolò Ciatti, delitto bestiale: “Calcio sferrato per uccidere”

< img src="https://www.la-notizia.net/niccolò.jpg " alt="niccolò”

Niccolò Ciatti, delitto bestiale: “Calcio sferrato per uccidere”

“Oggi è Sabato a quest’ora Niccolò sarebbe stato già al mercato con mia sorella a preparare i banchi per la vendita. Io ci sarei andato tra un po’ a dargli una mano più che altro una presenza di appoggio perché Niccolò era bravissimo aveva i suoi clienti che giustamente cercavano solo lui.

A 22 anni non è facile alzarsi molto presto tutte le mattine e tornare alle 15.00 ma lui lo faceva perché voleva costruirsi un futuro: Ilaria, una casa, divertirsi, due maschietti e una femminuccia poi basta perché sarebbero diventati vecchietti. Invece niente. Io vado da lui ma vado con Cinzia a Sant’ Antonio la sua nuova casa piccola e stretta andiamo a fargli compagnia con le nostre parole e a riscaldarlo con la nostra vicinanza. Mi chiedo perché? Ma una cosa è certa: VOGLIAMO GIUSTIZIA PER NICCOLÒ E LA AVREMO”. Così Luigi Ciatti, padre di Niccolò, nel 2017 su Facebook. Ora forse, almeno in parte, giustizia è stata fatta.

Rassoul Bissoultanov, il cittadino ceceno che partecipò al pestaggio del 22enne nell’agosto del 2017 a Lloret de Mar, è stato infatti condannato per omicidio volontario. 

A stabilirlo la giuria popolare del Tribunale provinciale di Girona, in Spagna, secondo cui il calcio sferrato al ragazzo toscano “voleva uccidere”. Assolto, invece, l’amico di Bissoultanov, Movsar Magomadov.

Niccolò è stato bestialmente ucciso mentre era in vacanza a Lloret de Mar, vicino Barcellona, nella discoteca St. Trop’ con un pestaggio a calci in faccia.

Nell’immediatezza dei fatti gli striscioni con su scritto “GIUSTIZIA per Niccolò” campeggiarono in tutta Scandicci e nacque anche un comitato spontaneo sui social.

Come spiegato dal legale della famiglia, Agnese Usai, sarà ora il giudice, in un secondo momento, a stabilire l’entità della pena. L’accusa ha chiesto 24 anni di condanna e nove di libertà vigilata avanzata.

“Un primo passo – dichiara Luigi Ciatti –  verso quella giustizia che Niccolò deve avere. Aspettiamo la sentenza per vedere gli anni da scontare da un mjnimo di 15 al max di 24 anni. Continueremo la nostra battaglia in Spagna e in Italia perché Niccolò merita giustizia”.

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net