lunedì, Agosto 15, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 26 giugno alle 8.30 su Rai 2: l’alfabeto di Francesco

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 26 giugno alle 8.30 su Rai 2: l’alfabeto di Francesco

sulla via di damasco

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 26 giugno alle 8.30 su Rai 2: l’alfabeto di Francesco con A come ascolto

(none)

Un programma di Vito Sidoti su Rai 2, conduce Eva Crosetta: dare valore alle parole dell’altro

Siamo immersi in un caos di parole, dal pulpito dei social a quello dei media. Ognuno si sente libero di parlare, spesso di urlare, ma quasi nessuno sa ascoltare.

Domenica 26 giugno, a “Sulla Via di Damasco”, in onda su Rai 3 alle 8.30, Eva Crosetta e l’ospite Don Luigi Verdi (fondatore della Fraternità di Romena), affronteranno il tema dell’ascolto come nuova sfida per la promozione della fraternità, affinché si recuperino credibilità, fiducia e amicizia vera.

Hanno messo a tacere la voce dell’io, Giorgio e Cristina, gli altri protagonisti della puntata, creando spazi di comunione nella loro vita di coppia. Racconteranno della loro rinascita, ricerca del buono nell’altro. A seguire, il prof. Giovanni Scarafile (Univ. Pisa) parlerà del “duologo”, quando un dialogo si trasforma in due monologhi senza che nessuno ascolti l’altro.

In coda al programma di Vito Sidoti, l’appello di Papa Francesco a risanare la sordità interiore, quella del cuore. “L’ascolto dipende da quanto ti interessa l’altro – ha detto don Luigi. Se ami una persona, vuoi che lei fiorisca, che viva, che non muoia. Gesù rimprovera, alla fine, Marta perché si affanna; perché pensa troppo alle cose che non valgono. Maria, invece, ascolta.” 

Sulla via di Damasco è un programma televisivo italiano di approfondimento culturale e religioso[1] dedicato al tema del cattolicesimo, trasmesso da Rai 2 a partire dal 2002 e condotto dal 2004 da Giovanni D’Ercole e dal 20 gennaio 2019 da Eva Crosetta.

La trasmissione, nata nel 2002-2003 sulle ceneri dei precedenti Prossimo tuoMillennium e Terzo Millennio, ha avuto per le prime due stagioni il formato del reportage monografico (dai 30 ai 50 minuti), ponendosi come trasmissione di approfondimento culturale e spirituale, realizzando servizi in Italia e fuori da essa. Dal 2004 diventa una trasmissione in studio con il contributo di filmati e ospiti. Dal 2014 la durata è annuale e si è arricchito dei profili social ufficiali Twitter e Facebook[2].

Il programma è stato ideato e condotto fino al 5 gennaio 2019 dal vescovo Giovanni D’Ercole[3][4]. Il programma è stato ideato dallo stesso Giovanni D’Ercole[5], che ne è autore con Vito Sidoti[6] e Roberto Milone (quest’ultimo fino al 2013).

D’Ercole nel 2019 ha passato il testimone alla conduttrice Eva Crosetta. Il programma è a cura di Annarita Trimarchi, il produttore esecutivo è Anna Santopadre. Dal 2008 il programma ha come collaboratore don Davide Banzato che è stato anche inviato nei servizi in esterno dal 2010 al 2015[7][8][9][10].

Attualmente collaborano con l’autore Vito Sidoti anche Domitia Caramazza ed Emiliano Fiore; come registi Marina Gambini, Raffaele Genovese, Alessandro Rosati, Paola Vannelli, Maria Cristina Buttà. Il programma è realizzato presso lo Studio 1 della Rai in via Teulada.