mercoledì, Agosto 10, 2022
Home > Anticipazioni TV > Il film cult stasera in TV: “Madre!” venerdì 9 luglio 2022

Il film cult stasera in TV: “Madre!” venerdì 9 luglio 2022

madre!

Il film cult stasera in TV: “Madre!” venerdì 9 luglio 2022 alle 21:15 su Italia 2 (Canale 66)

Madre! (Mother!, reso graficamente come mother!) è un film del 2017 scritto e diretto da Darren Aronofsky, con protagonisti Jennifer Lawrence e Javier Bardem.

Una coppia apparentemente serena vive tranquillamente in una casa isolata: lui è uno scrittore in cerca di ispirazione, mentre lei si occupa di ristrutturare la casa in precedenza rovinata da un incendio.

L’ordine delle cose viene interrotto dall’arrivo di uno sconosciuto: il marito decide di ospitarlo senza l’appoggio della moglie e poco dopo l’uomo viene raggiunto dalla propria moglie.

I due sconosciuti si comportano come fossero a casa loro e, mentre lo scrittore ci fa amicizia, la moglie comincia a rendersi conto dell’assurdità della situazione.

I quattro vengono poi raggiunti dai due figli degli sconosciuti, che si mettono a litigare per una questione familiare finché il maggiore spacca la testa del fratello minore uccidendolo. Questo accaduto segna molto la vita della proprietaria di casa ma grazie al marito riesce a superarlo; per di più, dopo una notte di passione, scopre di essere incinta.

Il giorno successivo il padrone di casa è già diventato famoso grazie alla sua opera e la casa viene velocemente invasa dai fan, che aumentano sempre di più; mentre lo scrittore non sembra preoccuparsi, ancora una volta a rendersi conto della gravità della situazione è la moglie, che cerca invano di liberare la sua casa.

La situazione presto degenera: i fan sono praticamente impazziti e iniziano a distruggere la casa accaparrandosi ogni pezzo come reliquia e venerando lo scrittore quasi come una divinità, chiamandolo “poeta”. La proprietaria, da tempo incinta, sta per partorire ma la situazione si aggrava a causa delle azioni sempre più assurde e fanatiche dell’enorme quantità di persone ormai insediate in casa loro: iniziano scontri fra polizia e fan dello scrittore assetati di sangue e incendi, il tutto all’interno della casa che viene perfino bombardata.

La proprietaria riesce a chiudersi in una stanza e a partorire grazie all’aiuto del marito, il quale però nonostante le continue richieste della moglie di cacciare la gente non si dimostra incline a farlo. In un momento di distrazione, dopo giorni passati a sorvegliare il figlio, lei si addormenta e il marito prende il figlio e lo mostra ai fan, che lo uccidono e lo mangiano come simbolo di vita.

La proprietaria, distrutta per la morte del figlio, scende in cantina e in preda alla disperazione fa esplodere la casa; il marito, che si è salvato, ricomincia tuttavia la sua vita allo stesso modo con un’altra ragazza.

Jennifer Shrader Lawrence (Louisville15 agosto 1990) è un’attrice statunitense.

Dopo aver iniziato la carriera recitando nella sitcom statunitense The Bill Engvall Show (2007-2009), ha debuttato con il film The Poker House (2008) e The Burning Plain – Il confine della solitudine (2008) per il quale ha vinto il Premio Marcello Mastroianni alla 65ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. La Lawrence è stata successivamente acclamata dalla critica per Un gelido inverno (2010) per il quale ha ricevuto la sua prima nomination agli Oscar. Ha raggiunto la fama dopo aver vestito i panni di Mystica nella saga degli X-Men (2011-2019) e di Katniss Everdeen (2012-2015) nella saga di Hunger Games, l’adattamento cinematografico dei romanzi omonimi di Suzanne Collins. La sua interpretazione di Katniss Everdeen ha ottenuto il consenso della critica e l’ha incoronata come l’eroina d’azione con il maggior incasso di tutti i tempi.[1] Nel 2012 la rivista Rolling Stone l’ha definita come “la più talentuosa giovane attrice di tutta l’America”.[2]

Nel 2013 ha iniziato il sodalizio artistico con il regista David O. Russell, che la dirige ne Il lato positivo – Silver Linings Playbook, per il quale ha vinto il Golden Globe per la migliore attrice in un film commedia o musicale, uno SAG Award e un Oscar alla miglior attrice, facendo di lei la seconda più giovane attrice ad aver ricevuto questo riconoscimento. L’anno seguente si è aggiudicata il Golden Globe per la migliore attrice non protagonista e il BAFTA alla migliore attrice non protagonista per American Hustle – L’apparenza inganna, ricevendo anche la sua terza nomination agli Oscar nella medesima categoria. Nel 2016 si è aggiudicata il suo terzo Golden Globe e la sua quarta candidatura agli Oscar come miglior attrice protagonista per l’interpretazione di Joy Mangano nel film biografico Joy, diventando la prima attrice a ricevere quattro candidature entro i 25 anni.

Regia di Darren Aronofsky

Con Jennifer Lawrence e Javier Bardem

Fonte: WIKIPEDIA