domenica, Agosto 7, 2022
Home > Italia > Draghi chiede unità nazionale: la risposta è no

Draghi chiede unità nazionale: la risposta è no

draghi

Draghi chiede unità nazionale: la risposta è no

“Draghi arriva in Parlamento e di fatto pretende pieni poteri, sostenendo che glielo hanno chiesto gli italiani. Ma in una democrazia la volontà popolare si esprime solo con il voto, non sulle piattaforme grilline o con gli appelli del PD.

Sono le autocrazie che rivendicano di rappresentare il popolo senza bisogno di far votare i cittadini, non le democrazie occidentali. Fratelli d’Italia non intende assecondare questa pericolosa deriva.

Decidano gli italiani del proprio futuro, non questo Parlamento delegittimato e impaurito.

Elezioni subito”. Così Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, in una nota seguita alla “folle” giornata di ieri.

“Come ha correttamente sottolineato il presidente Mario Draghi – ha dichiarato invece Matteo Salvini, leader della Lega – nel corso del suo intervento, la decisione del Movimento 5 stelle ha rotto il “patto di fiducia” che era alla base del governo di unità nazionale, che pure ha affrontato – con successo ed ha avviato con il nostro leale contributo – gravi emergenze e avviato un lavoro prezioso sul Pnrr.

Il centrodestra di governo è disponibile a un “nuovo patto” di governo e continuerà a dare il suo contributo per risolvere i problemi dell’Italia soltanto con un nuovo governo, guidato ancora da Mario Draghi, senza il Movimento 5 Stelle e profondamente rinnovato”.

Questi i fatti che hanno segnato la giornata di ieri. La fiducia al premier Draghi è passata con soli 95 voti favorevoli: il risultato più basso che il governo ha ottenuto in questa legislatura.

Un numero non sufficiente per poter pensare di proseguire il cammino del governo.

Il presidente del Consiglio annuncerà nell’aula della Camera, all’inizio della discussione generale, la propria intenzione di andare a dimettersi al Quirinale. La seduta è convocata per le ore 9:00. 

Il non voto in Senato da parte non solo del Movimento 5 Stelle ma anche del “centrodestra di governo”, come hanno continuato a definirsi fino all’ultimo Lega e Forza Italia, ha certificato la fine delle larghissime intese. Non c’è più quella unità nazionale che, nelle parole del premier in Aula, garantiva “legittimità democratica ed efficacia” all’esecutivo. La fiducia, tecnicamente, Draghi l’ha incassata comunque da parte di Pd, Leu Ipf, il centro di Toti. Ma ottenendo solo 95 sì. Un dato che lo porterà ad annunciare le dimissioni all’inizio del dibattitto sulla fiducia alla Camera per poi salire in giornata al Quirinale. Non sono bastati, insomma, i 5 giorni di decantazione che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella aveva imposto al premier prima di rendere definitive le dimissioni, annunciate perché era venuto meno quel “patto di fiducia” che Draghi ha riproposto al Parlamento.

Ma con toni e modi che hanno fatto infuriare soprattutto la Lega, poi tutto il centrodestra, riunito a Villa Grande. Ma anche i 5 Stelle, per “l’atteggiamento sprezzante”, come lo ha definito Giuseppe Conte, silente per tutto il giorno, ma che a sera è sbottato: “siamo stati messi alla porta”. “Noi ci siamo” ma “con una nuova maggioranza e un nuovo governo”, con i 5S fuori, tuona nell’emiciclo di Palazzo Madama il capogruppo leghista Massimiliano Romeo. Una posizione dura, su cui Lega e Fi arrivano unite in Aula, anche se gli smottamenti iniziano subito dopo, con l’addio, che fa rumore, di Mariastella Gelmini al suo partito . La condizione posta dal centrodestra, si guardano intanto sconsolati alcuni ministri, è risultata “irricevibile” per Draghi.

Le comunicazioni al Senato del premier Draghi

L’intervento di replica di Draghi

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net