domenica, Novembre 27, 2022
Home > Anticipazioni TV > Il film cult in seconda serata in TV: “La forma dell’acqua” mercoledì 10 agosto 2022

Il film cult in seconda serata in TV: “La forma dell’acqua” mercoledì 10 agosto 2022

la forma dell'acqua
Il film cult in seconda serata in TV: “La forma dell’acqua” mercoledì 10 agosto 2022 alle 23:45 su Rai 3  (none)
La forma dell’acqua – The Shape of Water (The Shape of Water) è un film del 2017 diretto da Guillermo del Toro. ed interpretato da Sally Hawkins, Michael Shannon e Richard Jenkins. Il film ha vinto il Leone d’oro al miglior film alla 74ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia[1] e si è aggiudicato quattro Premi Oscar, su tredici candidature ricevute, vincendo il premio per il miglior film, il miglior regista, la migliore scenografia e la migliore colonna sonora. Baltimora, 1962, piena Guerra fredda. Elisa Esposito è una donna affetta da mutismo che lavora come addetta alle pulizie in un laboratorio governativo dove avvengono sperimentazioni a scopi militari. I suoi due unici amici sono la collega afroamericana Zelda e l’inquilino gay Giles, coi quali condivide una vita di solitudine ed emarginazione. Un giorno al laboratorio viene portata una creatura anfibia dall’aspetto umanoide: è stata catturata in un villaggio amazzonico, dove era oggetto di venerazione dagli indigeni locali. Elisa rimane affascinata dalla creatura e la incontra di nascosto, portandole del cibo e insegnandole a comunicare tramite la lingua dei segni americana. Il violento colonnello Strickland, responsabile della struttura, conduce crudeli esperimenti sull’uomo anfibio e riceve l’ordine di vivisezionarlo, con la finalità di studiarne l’apparato respiratorio. All’ordine si oppone lo scienziato Hoffstetler, una spia del KGB in incognito, il quale riceve anche lui dai suoi mandanti l’ordine di uccidere la creatura; l’uomo, però, ne è rimasto affascinato e chiede a entrambe le parti di lasciarla in vita per proseguire gli studi, ricevendo netti rifiuti. Elisa scopre casualmente il terribile destino della creatura e decide di salvarla; con l’aiuto di Giles, Zelda e Hoffstetler riescono a portare l’essere fuori dal laboratorio. Grazie ai consigli dello scienziato, Elisa riesce a tenerlo in vita, ospitandolo a casa sua nella vasca da bagno; al contempo tra i due nasce un vero e proprio rapporto amoroso e intimo e l’essere dà dimostrazione di possedere degli straordinari poteri curativi. Elisa pianifica di liberarlo alcuni giorni dopo al porto cittadino, attendendo un periodo di piogge torrenziali e l’apertura del canale che sfocia sul mare. Nel frattempo Strickland, ormai fuori controllo e messo sotto pressione dai suoi superiori, sospetta di Hoffstetler e inizia a pedinarlo. Hoffstetler riceve l’ordine di rientro in Russia ma, durante un incontro con i suoi capi, viene colpito a morte dagli stessi, probabilmente perché testimone della vicenda. Un attimo prima di essere giustiziato, appare Strickland, il quale spara ai due assassini e tortura Hoffstetler per conoscere la verità sul rapimento del mostro. Lo scienziato confessa l’implicazione di Elisa e Zelda: Strickland si reca, quindi, a casa di quest’ultima, dove il marito rivela al colonnello che la creatura si trova a casa di Elisa. Elisa e Giles, avvisati da Zelda, si recano al canale per liberare l’uomo anfibio, al quale la ragazza dà un sofferto addio, ma Strickland li raggiunge e spara a Elisa e alla creatura. L’uomo anfibio si guarisce con i suoi poteri e uccide Strickland, per poi salvare Elisa e renderla anfibia, in modo da permetterle di vivere per sempre insieme a lui. Regia di Guillermo del Toro Con Sally Hawkins, Michael Shannon e Richard Jenkins Fonte: WIKIPEDIA È il pluripremiato “La forma dell’acqua”, del regista messicano Guillermo del Toro, il film che Rai Cultura propone mercoledì 10 agosto alle 23.45 su Rai 3. Ambientato nel 1962, in piena guerra fredda, il film – tra il fantastico e il sentimentale – racconta l’amicizia tra l’addetta alle pulizie Elisa (Sally Hawkins), affetta da mutismo, e il mostro anfibio (Doug Jones) imprigionato in un laboratorio di ricerca segreto americano. Il film ha vinto quattro Premi Oscar per il miglior film, il miglior regista, la migliore scenografia e la migliore colonna sonora, tre Bafta, due Golden Globe e un Leone d’oro al Festival di Venezia.