sabato, Febbraio 4, 2023
Home > Abruzzo > Nicola Franzoni, domenica a Chieti per un dibattito pubblico

Nicola Franzoni, domenica a Chieti per un dibattito pubblico

nicola franzoni

Nicola Franzoni, leader antagonista, domenica a Chieti per un dibattito pubblico sul futuro dell’Italia – A Chieti, domenica 22 gennaio 2023 alle ore 18.00, si terrà presso la sala di rappresentanza del Grande Albergo Abruzzo in Via Asinio Herio, un dibattito aperto al pubblico, organizzato dalla “Federazione dei Nazionalisti”, sul presente e sul futuro della Nazione Italiana. 

A tal proposito, interverranno Nicola Franzoni (Fronte di Liberazione Nazionale)e l’Avvocato Gianni Corregiari (Rete dei Patrioti). Modererà il dibattito Salvatore Marino.
In merito ha dichiarato Nicola Franzoni, leader antagonista del Fronte di Liberazione Nazionale, movimento politico che ha le sue radici storiche nel Movimento Sociale Italiano: “Il nostro scopo  é quello di creare un nuovo movimento nazionalista che porta avanti i valori di una Italia alternativa all’Europa. A tal proposito, – ha spiegato Nicola Franzoni – l’evento di domenica 22  gennaio 2023 a Chieti rientra in tale ottica e fa parte di una serie di incontri che stiamo organizzando in tutta Italia con la “Rete dei Patrioti” (quello successivo sarà il 28 gennaio prossimo fra Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto), con i quali noi stiamo   cercando di superare l’ “equivoco” Meloni, cioè di una rete di nazionalisti e patrioti che si sono sbagliati in modo evidente e hanno votato per Fratelli d’Italia. Quello che noi ci sforziamo di voler fare capire al popolo italiano, é invece che i Nazionalisti, ossia quelli che provengono dalla esperienza politica del Movimento Sociale Italiano, sono anni luce distanti dalla Meloni. 
I valori cardini di questo nuovo movimento sono: annullamento del cosiddetto “signoraggio” bancario, riportando in mano al popolo la proprietà della moneta e della Banca d’Italia, tornando a stampare la moneta nazionale; uscire dall’Euro non accettando nessuna imposizione che ci arrivi dalla finanza internazionale; autarchia con chiusura dei confini e difesa della sovranità nazionale; autosufficienza alimentare ed energetica; lotta alla cosiddetta “dittatura sanitaria”; ricerca della verità sull’anomalo incremento di malattie e di morti.  Di questo ed altro parleremo a Chieti nel dibattito pubblico di domenica 22 gennaio 2023″.