sabato, Luglio 13, 2024
Home > Mondo > Unione Europea: deficit eccessivi, avviata la procedura d’infrazione nei confronti di Italia, Francia ed altri 5 Stati membri

Unione Europea: deficit eccessivi, avviata la procedura d’infrazione nei confronti di Italia, Francia ed altri 5 Stati membri

unione europea

Deficit eccessivi, l’Unione Europea avvia la procedura d’infrazione nei confronti di Italia, Francia ed altri 5 Stati membri – Dopo numerosi preavvisi agli Stati Europei provenienti da Bruxelles sui problemi di bilancio pubblico più volte evidenziati, è giunta stamattina la ufficializzazione dall’Unione Europea dell’avvio delle procedure di infrazione per deficit eccessivi nei confronti del nostro Paese e di 6 altri stati membri.

Infatti la Commissione dell’Unione Europea ha comunicato di aver avviato la procedura di infrazione sul deficit per Italia e Francia, Belgio, Ungheria, Polonia, Malta e Slovacchia. Pur essendo passati dallo status di “squilibrio eccessivo” a quello di “squilibrio”, in Italia “permangono vulnerabilità per l’ alto debito pubblico e debole crescita”. “Non è una notizia inattesa, infatti la procedura era ampiamente prevista. a causa del boom di spese pubbliche indotte da misure eccezionali e pertanto non era possibile restare stare sotto il 3% di deficit annuo”, ha dichiarato al riguardo il ministro dell’Economia Giorgetti.

Poi il ministro ha aggiunto che il taglio del cuneo fiscale è un “must” fondamentale delle politiche economiche del governo Meloni e che quindi esso sarà confermato.

L’Unione Europea ha erogato oggi la quarta rata del PNRR all’Italia: importante successo per il nostro Paese – Un importante successo per il nostro Paese è giunto stamattina con la notizia dell’avvenuta erogazione dall’Unione Europea all’Italia – prima fra i 27 Stati Membri – della quarta rata dei finanziamenti destinati al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Infatti stamane la Commissione Europea ha versato all’Italia la quarta rata di 16,5 mld del Pnrr. Lo ha annunciato lo stesso Esecutivo Ue. In una nota Palazzo Chigi sottolinea che il “pagamento è il frutto del conseguimento accertato dall’Ue di tutti i 28 obiettivi e traguardi legati alla quarta rata”.

“Tali obiettivi e traguardi riguardano misure necessarie per proseguire l’attuazione delle riforme in materia di giustizia e pubblica amministrazione,nonché importanti riforme nei settori dell’inclusione sociale e degli appalti pubblici”prosegue la nota.

A Bruxelles il Ministro Fitto presenta all’UE la proposta del governo Italiano per la revisione del Pnrr – Dopo l’avvenuta erogazione da parte della Commissione Europea della 3° rata del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e la garanzia dell’arrivo anche della 4° rata entro la fine dell’anno, è stata ufficialmente presentata dal governo oggi a Bruxelles la proposta di modifica complessiva del Piano nazionale di ripresa e resilienza,che include anche il nuovo capitolo Repowereu.

La proposta sarà valutata nei prossimi mesi dalla Commissione Ue in base al regolamento sul dispositivo per la ripresa e resilienza.

Lo rende noto il Ministero per gli Affari Europei,il Sud le Politiche di coesione e il Pnrr.

Governo Meloni: occupazione produttiva è il vero rimedio a povertà – Il governo Meloni ribatte alla valanga di attacchi giuni dall’opposizione dopo lo stop al reddito di cittadinanza comunicato ai soggetti occupabili, ovvero a coloro i quali sono in gardo di lavorare.

“La nostra sollecitudine e attenzione sui rischi di marginalità sociale sono evidenti e innegabili.Non rinunciamo però a vedere nel lavoro il rimedio vero alla povertà”.

Così infatti replica la ministra del Lavoro Calderone nella sua informativa al Senato. “Pur consapevoli che il bisogno é multidimensionale e che alla povertà reddituale spesso si accompagnano povertà educativa e altri segni di deprivazione sociale continuiamo a credere che il lavoro sia sempre il mezzo migliore per porre rimedio duraturo all’indigenza”.

Formia, denunciati 8 furbetti del reddito di cittadinanza – Proseguono con incisività i servizi del controllo del territorio posti in essere dalla Compagnia Carabinieri di Formia finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere.

A conclusione di mirate attività investigative da parte dei militari della Compagnia Carabinieri di Formia, sono stati raccolti e sottoposti al vaglio dell’Autorità Giudiziaria di Cassino una serie di elementi a carico di alcuni soggetti ritenuti autori di recenti reati.

Nello specifico, i militari della Sezione Operativa del N.O.RM. della Compagnia Carabinieri di Formia in collaborazione con i Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro, a conclusione di una articolata attività investigativa, hanno denunciato in s.l. 8 persone, residenti a Mondragone, Melito di Napoli, Minturno, Napoli, Sorrento e Santi Cosma e Damiano, tutte responsabili di indebita percezione del reddito di cittadinanza, poiché, al fine di ottenere il beneficio del c.d. reddito di cittadinanza, omettevano di comunicare all’I.N.P.S. informazioni inerenti allo stato detentivo proprio o di familiari conviventi.

E’ stata accertata l’indebita percezione del reddito di cittadinanza per un importo complessivo pari a euro 76.228,79 nel periodo aprile 2019 – dicembre 2022.

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

Foto interna ed esterna: https://it.wikipedia.org/wiki/Bandiera_dell%27Europa#/media/File:Flag_of_Europe.svg