domenica, aprile 21, 2019
Home > Abruzzo > Al Santuario di San Gabriele: dibattiti su “Turismo e Custodia del Creato”

Al Santuario di San Gabriele: dibattiti su “Turismo e Custodia del Creato”

Isola del G.S. – Venerdì 6 e sabato 7 ottobre nella suggestiva cornice del Santuario di San Gabriele dell’Addolorata, nel comune teramano di Isola del Gran Sasso, si terrà un importante incontro dal titolo “Turismo e Custodia del Creato”. La due giorni di dibattiti e confronti è stata organizzata dalla Pastorale Turismo, Sport e Tempo Libero Abruzzo-Molise, dalla DMC Gran Sasso Laga e dal Centro Sportivo Italiano CSI regionale con l’obiettivo di dialogare, con tutti gli operatori del settore ed i portatori di interesse, su quelle che sono le potenzialità e le opportunità turistiche offerte dalle aree interne montane e sul lavoro di sviluppo e promozione di questi territori che deve essere in linea con il rispetto della natura e del Creato e sempre nell’ottica di un turismo sostenibile.

Diverse le tematiche che verranno affrontate e che vedranno alternarsi importanti relatori provenienti da tutto il Paese che porteranno, in dote, il proprio bagaglio di esperienze dirette e la possibilità di sviluppare un nuovo percorso di crescita sostenibile per l’Abruzzo ed il suo territorio montano, coniugando turismo religioso e naturalistico, sportivo ed eno-gastronomico.

Proprio la scorsa settimana si è svolta la “38° Giornata Mondiale del Turismo” ed il tema prescelto è stato appunto “Il turismo sostenibile come strumento di sviluppo”, con il Sottosegretario al Turismo, Dorina Bianchi. Un concetto ribadito anche da Papa Francesco che ha voluto ricordare come il turismo deve essere “responsabile, non distruttivo, né dannoso per l’ambiente” sottolineandone anche il valore come strumento positivo per combattere la povertà globale.


Mario Ialenti, Direttore Pastorale Turismo, Sport e Tempo Libero Abruzzo-Molise ha rimarcato l’importanza della collaborazione tra Istituzioni Ecclesiastiche e Civili: “Il turismo sostenibile ed accessibile è fonte di sviluppo dei nostri territori. Rispettare l’ambiente, tutelare il creato è pensare al futuro e alle giovani generazioni. L’intesa stipulata di recente tra la conferenza dei Presidenti regionali e la CEI è un ulteriore elemento per accrescere la collaborazione tra i soggetti che operano sul territorio. Il progetto del parco culturale ecclesiale, fortemente sostenuto da Mons. Mario Lusek, Direttore nazionale della Pastorale del turismo e dello sport, è il più interessante progetto, se lo vogliamo declinare in termini di investimenti strutturali, per lo sviluppo delle aree interne. È un obiettivo raggiungibile e quantificabile. Bisogna crederci e lavorare insieme”.

“La DMC Gran Sasso Laga ha voluto offrire agli operatori un’opportunità per approfondire temi cruciali per il futuro della Destinazione, non solo sotto il profilo del turismo sostenibile, ma anche per quanto riguarda le possibilità offerte dai Progetti Europei, che possono rappresentare una chiave di volta importante per lo sviluppo dell’area sia in ambito sportivo che turistico” ha ribadito Erminio Di Lodovico, Presidente DMC Gran Sasso Laga.

“Tutto ciò che riguarda i cammini e i percorsi turistico religiosi dovrà essere affrontato nell’ottica della realizzazione di un vero e proprio “parco culturale-ecclesiale”, un progetto che la Diocesi di Teramo-Atri sta sviluppando in recepimento delle direttive CEI. Per fare questo è quindi necessario mettere assieme gli attori presenti sul territorio, a cominciare dalle chiese e dalle parrocchie, fino a coinvolgere gli operatori turistici e chi, come appunto il CSI, è da sempre in prima linea nella promozione dell’attività sportiva grazie al lavoro svolto dalle sue associazioni che, già da diverso tempo, si occupano di sport all’aperto e vacanza attiva, trekking, mountain-bike e tanto altro” ha sottolineato Angelo De Marcellis, Presidente Regionale Centro Sportivo Italiano CSI.

“Il turismo sostenibile, in particolare per quanto riguarda l’aspetto della valorizzazione dei Cammini e dei Borghi, è un asse portante del Piano Strategico di Sviluppo del Turismo Nazionale (PST) per l’orizzonte 2017-2022 e per il Distretto Turistico del Gran Sasso d’Italia. Proprio per questo si è ritenuto fondamentale offrire agli operatori un’opportunità per approfondire questi temi” ha dichiarato Claudio Ucci, Presidente del Distretto Turistico del Gran Sasso d’Italia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: