Home > Mondo
< img src="https://www.la-notizia.net/cancelleria" alt="cancelleria"

Germania, la Cancelleria federale si amplia con un nuovo edificio. Il costo: 460 milioni di euro

La Cancelleria federale di Berlino sarà ampliata con un nuovo edificio, in considerazione del crescente numero di dipendenti e dei nuovi compiti della sede del governo. La Cancelleria del distretto governativo di Berlino è otto volte più grande della Casa Bianca a Washington. Ancora, sembra, non abbastanza.  "Il numero di dipendenti

Leggi
< img src="https://www.la-notizia.net/riconciliazione" alt="riconciliazione"

Pyongyang: “Nessuna forza esterna impedirà la riconciliazione tra le due Coree”

Questo quanto riportato dalla KCNA, agenzia ufficiale di stampa nordcoreana: "Non tollereremo mai l'interferenza e l'intervento di forze esterne che ostacolino la riconciliazione nazionale, l'unità e la riunificazione. Queste le parole del leader supremo Kim Jong Un nel suo discorso di inizio anno. Le sue osservazioni hanno ottenuto il sostegno senza

Leggi
< img src="https://www.la-notizia.net/profugo" alt="profugo"

Profugo afgano accoltella in ospedale in Germania una donna incinta: il bimbo muore

Succede in Germania: una donna polacca incinta riceve una coltellata da un profugo afgano in ospedale. La giovane sopravvive ma il nascituro putroppo muore. E' accaduto a Bad Kreuznach, una città di 43.485 abitanti della Renania-Palatinato, dove un richiedente asilo ha brandito un coltello per poi pugnalare una donna che

Leggi
< img src="https://www.la-notizia.net/cesare-battisti" alt="cesare battisti"

Cesare Battisti preso in Bolivia. Il figlio di Bolsonaro: “Matteo Salvini, il piccolo regalo sta arrivando”

E' stato fermato a Santa Cruz. E' finita così in Bolivia la latitanza di Cesare Batiisti. Aveva barba e baffi finti e indossava occhiali scuri  quando è stato fermato dalla squadra dell'Interpol. Aveva con sè i documenti. Si è fatto arrestare senza opporre resistena. Ora si apre il capitolo estradizione.

Leggi
< img src="https://www.la-notizia.net/klemp" alt="klemp"

Tempi duri per le navi delle ONG: il capitano Pia Klemp nel mirino della giustizia italiana

Pia Klemp voleva salvare delle vite, ora è nel mirino della giustizia italiana. Era capitano di due navi di soccorso di organizzazioni umanitarie nel Mediterraneo. Ha tirato fuori dall'acqua, con il suo equipaggio, diverse migliaia di profughi. Nel giugno dello scorso anno, tuttavia, la Klemp apprese che le autorità italiane

Leggi