martedì, Ottobre 26, 2021
Home > Abruzzo > “Unire la passione per il nuoto con l’impegno ambientale per salvare il mare. Econuotata a Pineto il 30 aprile 2018”

“Unire la passione per il nuoto con l’impegno ambientale per salvare il mare. Econuotata a Pineto il 30 aprile 2018”

Pineto – Dopo la conclusione del Keep Clean and Run nel territorio abruzzese, che ha visto i cittadini impegnati nella corsa ecologica insieme agli ecorunner Roberto Cavallo  e Roberto Menicucci, continua in Abruzzo la sensibilizzazione contro l’abbandono dei rifiuti e a favore della riduzione del consumo di plastica. Tutti sono rimasti colpiti dalle notizie sull’accumulo progressivo di plastica nei nostri mari e laghi. La cosa si collega al problema globale della dispersione di plastica nell’ambiente, un tema cui anche la Unione Europea ha inteso dare risposta recentemente, ed al massimo grado di autorevolezza, con la Strategia sulla Plastica. Per tenere alta l’attenzione sul tema, e richiamare alle proprie responsabilità tutti, da chi deve decidere ed adottare strategie, ai singoli cittadini che devono conformare i propri comportamenti alla consapevolezza ed alla responsabilità, l’Associazione Rifiuti Zero Abruzzo, in collaborazione con il Comune di Pineto, sempre attento ai temi ambientali,  ed il Circuito Adriatico Acque Libere ha organizzato una eco-nuotata “fredda” nel tratto di mare che abbraccia la costa di Pineto, tra la Torre del Cerrano e il lungomare di Pineto. Le eco-nuotate sono eventi che portano l’attenzione sui grandi temi dell’ecologia e dell’inquinamento del nostro pianeta, con particolare riferimento a quelli legati alla protezione dei nostri mari. In particolare la nostra iniziativa vuole porre l’accento:
• sull’emergenza globale dovuta alla dispersione delle plastiche nei laghi e nei mari ;
• sull’attenzione ai temi relativi al riscaldamento globale (motivo per il quale i nuotatori affronteranno la eco-nuotata “a freddo”, ossia fuori stagione) ed il contributo delle pratiche Rifiuti Zero alla riduzione dei gas serra.
Ad immergersi nelle nostre acque per sensibilizzare sul tema sarà Enzo Favoino, tecnico ricercatore presso la Scuola Agraria del Parco di Monza, coordinatore scientifico di Zero Waste Europe e membro del Consiglio Direttivo della Zero Waste International Alliance (ZWIA).  Da qualche anno ha unito il suo impegno ambientale con la sua passione per il nuoto in acque aperte. Irriducibile ice swimming, nuotatore in acque gelide, ha pensato di “sfruttare” l’evidente, intuitivo potere di attrazione che può essere generato da una pratica considerata “estrema” sull’opinione pubblica. Nuotare per un chilometro e più in acque sotto i 5°C (tale è il limite convenzionale che codifica il “Nuoto in acque gelide”) ha  il suo fascino, richiede predisposizione, preparazione e conoscenza di sé, e di certo incuriosisce e desta attenzione. La logica è stata quindi quella di sfruttare il potenziale comunicativo di queste attività ed unire le due passioni facendo nascere le eco-nuotate aiutando a promuovere la sostenibilità ambientale, e di converso la lotta al littering ed all’inquinamento delle acque. Lunedì 30 aprile il nostro eco-ice-swimming nuoterà nel mare di Pineto insieme a Cristina De Tullio, nuotatrice appassionata di acque libere e affezionata al nostro mare fin dal 2007, anno in cui nasce l’idea del “Trofeo di Nuoto Città di Pineto”, quest’anno giunto all’ 11^ edizione. Fondatrice con il suo gruppo, Spatangus, del Circuito Adriatico Acque Libere promuove il nuoto non solo come attività sportiva ma come forte messaggio a sostegno di importanti cause che riguardano le persone e l’ambiente. La nuotata avrà inizio alle ore 16,00 in località Torre del Cerrano, e terminerà alle ore 17,” in zona Lungomare, tra i Lidi Saint Tropez e Miramare Corfù. L’evento di lunedì 30 aprile anticiperà la “Eco-Nuotata del Cerrano” che si terrà a Pineto il 20 ottobre 2018.
“Sarà un appuntamento importante per manifestare a gran voce che tutti insieme, tutti, possiamo fare qualcosa per migliorare il nostro territorio, il nostro pianeta” spiega Cristina De Tullio. “Sarà la prima volta che ad un’eco-nuotata parteciperà un’atleta Special Olympics che porterà i colori dell’Italia ai Mondiali Special Olympics 2019 ad Abu Dhabi. Con questo messaggio vogliamo dire a gran voce che si può fare qualcosa per rendere la vita migliore e che ognuno di noi combatte con il proprio talento a prescindere dalle diversità”.
Verranno invitati i media locali e si vorranno coinvolgere, oltre alla Amministrazione, la popolazione, i ragazzi, e le associazioni ambientaliste locali. Con questa eco-nuotata, che richiederà un importante sforzo fisico e psicologico, gli econuotatori vogliono sostenere l’impegno delle associazioni ambientaliste che organizzano l’evento, attestare il proprio amore per i diversi spazi d’acqua, sollecitare il rispetto dell’ambiente, promuovere l’adozione di stili di vita sostenibili ed attenti alla riduzione dei rifiuti, al loro riuso e riciclo, allo scopo di minimizzare gli impatti sull’ambiente.
A sostenere questa importante iniziativa: International Ice Swimming Association Italy, Area Marina Protetta Torre del Cerrano,  Spatangus, Let’s do it Italy, Lega Navale Italiana Pineto, WWF Teramo, Legambiente Teramo. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare per un pomeriggio all’insegna del mare, dello sport e dell’ecologia.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net