venerdì, Novembre 15, 2019
Home > Marche > Morti che si possono evitare con la prevenzione: risultati eccellenti nelle Marche

Morti che si possono evitare con la prevenzione: risultati eccellenti nelle Marche

< img src="https://www.la-notizia.net/san-raffele" alt="san raffaele"

Ancona – Parlare di morte non è mai piacevole, ma non è nemmeno possibile eludere sempre l’argomento; anzi è d’obbligo se si tratta del servizio sanitario. Il recentissimo rapporto MEV (Morte evitabili con intelligenza) analizza il numero di morti considerate evitabili. Si considera evitabile una morte alla luce di conoscenze mediche e tecnologiche oppure della comprensione della criticità della salute al momento della morte; morti che attraverso cure sanitarie più adeguate o interventi di sanità pubblica efficaci potevano appunto essere scongiurate.

Il rapporto è basato sul numero di giorni di vita persi (non vissuti) pro-capite dei cittadini decediti tra 0-74 anni, con un tasso standardizzato ogni 100.000 abitanti. In alcune regioni e province le cose vanno meglio rispetto ad altre.

Le Marche, per andare subito al dunque, sono al secondo posto in Italia dopo il Veneto come prevenzione e trattamento di morti evitabili. Sono stati persi “solo” 16,45 giorni pro capite; cifra inferiore alla media nazionale che è di 18,47 giorni. Il Veneto precede le Marche con 16,44 giorni. Terza posizione per il Trentino Alto Adige con 16,60. Ultime tre posizioni per la Valle d’Aosta con 20,39, la Sicilia con 20,43 e ultima la Campania con 22,70.


Ma analizziamo le province marchigiane. La provincia marchigiana messa meglio in questa particolare graduatoria è Pesaro/Urbino con 16,13 giorni. Si tratta dell’11° posizione in Italia su 110 province. Al 14° posto Fermo con 16,31, al 17° Ancona con 16,40, al 21°posto Macerata, al 27° posto Ascoli Piceno con 17,04 giorni. La prima provincia in Italia è Treviso con 14,97 giorni. Ultima posizione Napoli con 23,82 giorni. I numeri sembrano complicati ma in sintesi, nelle Marche, la prevenzione a livello sanitario non è da buttare secondo questo rapporto e il sistema sanitario sembra essere più efficace rispetto a molte altre zone del nostro Paese.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: