mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Marche > Ascoli e San Benedetto le più “anziane”. La Vallata del Tronto con più giovani

Ascoli e San Benedetto le più “anziane”. La Vallata del Tronto con più giovani

le residenze

Ascoli Piceno – Le persone anziane sono considerate da un po’ di tempo una risorsa per le famiglie anche se la mancanza di giovani a lungo andare, comporta dei problemi di ordine economico.

Nelle Marche le persone anziane sono tante e il Piceno è la provincia con il più alto indice di vecchiaia ovvero il rapporto percentuale tra il numero degli ultrassessantacinquenni ed il numero dei giovani fino ai 14 anni. Nelle Marche nel 2018 ci sono 191,3 anziani ogni 100 giovani. Nella provincia di Ascoli Piceno sono 206,3 ogni 100 giovani.

Che dire dei comuni del Piceno? I comuni che hanno l’indice più alto sono quelli molto piccoli come Palmiano (522) o quelli colpiti duramente dal sisma come Montegallo (466,7), Arquata del Tronto (433,7) e Acquasanta Terme (321). Allontanandoci dalle zone terremotate salta subito all’occhio che Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto hanno un indice abbastanza alto: 257,6 per il Capoluogo e 214,4 per San Benedetto. Sulla costa adriatica netta la differenza tra Grottammare con 169,2 e Cupra Marittima con 203,3. E’ invece sulla Vallata del Tronto che troviamo “gente più giovane”. E’ Monteprandone il comune del Piceno con l’indice più basso: 129,1. Seconda posizione per Castel di Lama con 132,1. Basso pure a Colli del Tronto (143,1) a Spinetoli (145,1) e a Monsampolo del Tronto (156,9). Se ci spostiamo all’interno troviamo molto alta la quota di Offida (303,5), Ripatransone (226) e un po’ più bassa quella di Acquaviva Picena (179,6). Un ultimo dato Comunanza, dove a differenza dei comuni confinanti l’indice è di 181,1.

La media italiana è 168,9; come si vede molto più bassa di quella marchigiana e del Piceno.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net