mercoledì, Settembre 23, 2020
Home > Marche > Comuni più ricchi: le dichiarazioni Irpef nelle Marche

Comuni più ricchi: le dichiarazioni Irpef nelle Marche

Quali sono i comuni più ricchi nelle Marche? Il sito https://www.truenumbers.it/ ha elaborato i dati delle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche (Irpef) presentate nel 2019. Gli ultimi dati disponibili, quindi, sono relativi all’anno di imposta 2018 e pubblicati dal Dipartimento delle finanze del ministero dell’Economia e delle Finanze.

La tabella che segue è relativa ai maggiori centri della regione Marche

ComuneReddito medio annuo (euro)
Pesaro21.054
Fano20.511
Urbino19.479
Senigallia19.973
Ancona22.071
Jesi20.780
Osimo20.005
Falconara Marittima20.671
Fabriano20.409
Civitanova Marche19.074
Recanati19.330
Porto Recanati18.861
Macerata20.914
Porto Sant’Elpidio16.624
Porto San Giorgio19.884
Fermo17.953
San Benedetto del Tronto18.707
Ascoli Piceno19.796

Tra quasi 8.000 comuni Basiglio si conferma il Comune più ricco d’Italia. Nel Comune dell’hinterland milanese il reddito imponibile pro-capite è 45.645 euro: resta il più alto in Italia, nonostante il calo rispetto ai 48.807 euro pro-capite dell’anno di imposta 2017.

Tra i primi 10 Comuni per reddito imponibile pro-capite (è il rapporto tra l’ammontare di reddito imponibile totale del Comune e il numero di contribuenti) 6 sono lombardi. Siamo ai 45mila euro a persona e siamo lontanissimi dalla mediana nel reddito imponibile di tutti i Comuni italiani, 17.680 euro. In seconda posizione troviamo Lajatico, il Comune della provincia di Pisa nel quale vive il cantante Andrea Bocelli, con 45.080 euro di reddito pro-capite. Vicinissimo Cusago (Milano), in terza posizione 45.033.

Che dire dei Comuni con i redditi più bassi? L’ultimo della classifica è Cavargna, in provincia di Como, con 5.800 euro di reddito imponibile. Il penultimo è Val Rezzo, poco distante. Per questi due casi, però, si devono segnalare il bassissimo numero di abitanti (Cavargna ne ha 214) e la vicinanza con il confine svizzero. I redditi dei frontalieri, infatti, non sono conteggiati in questa classifica.

Anche i Comuni in terzultima e in quartultima posizione sono molto vicini al confine con la Svizzera, anche se sono in Piemonte (nella provincia di Verbano-Cusio-Ossola): sono Valle Canobina e Gurro. Per trovare, invece, il Comune più povero d’Italia – senza considerare l’incidenza dei frontalieri – dobbiamo andare in Sicilia, a Mazzarrone, Comune di 4mila abitanti in provincia di Catania con 8.620 euro.

Tutte cifre in ogni caso, destinate a modificarsi con le dichiarazioni del 2019 e specialmente del 2020.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Roberto Guidotti
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti delle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *