giovedì, Novembre 26, 2020
Home > Abruzzo > Cadavere rinvenuto lungo il Tronto: interviene “Chi l’ha visto?”

Cadavere rinvenuto lungo il Tronto: interviene “Chi l’ha visto?”

< img src="https://www.la-notizia.net/cadavere.jpg" alt="cadavere"

CONTROGUERRA – Rimane purtroppo ancora senza identità l’uomo il cui cadavere è stato rinvenuto il 26 dicembre scorso lungo l’alveo del fiume Tronto nel territorio di Controguerra. L’autopsia eseguita presso l’ospedale di Sant’Omero sul corpo ha confermato la morte per cause naturali e nello specifico per arresto cardiaco. Per quanto riguarda il decesso, dovrebbe risalire proprio al giorno di Natale.

Non ha subito alcun tipo di violenza. Indagano sulla vicenda i carabinieri di Alba Adriatica. L’uomo non aveva con sé documenti.  In prossimità del cadavere erano stati avvistati un materasso e coperte e questo ha fatto desumere si trattasse di un clochard. Il corpo è stato trovato grazie ad un cane, che ne ha fiutato la presenza. Nessun dato utile all’identificazione dell’uomo è arrivato dalle denunce di scomparsa passate in rassegna dagli inquirenti. Ai fini dell’identificazione, gli investigatori si sono così rivolti alla trasmissione “Chi l’ha visto?” che ha diffuso il video dei vestiti.

Neanche le impronte digitali hanno potuto finora fornire elementi utili. L’uomo aveva probabilmente un’eta compresa tra i 55 ed i 60 anni, 177 cm per 60 kg di peso. Di carnagione chiara, aveva capelli brizzolati connotati da un’ampia stempiatura. Ci sono però due elementi che potrebbero rivelarsi di fondamentale importanza per il riconoscimento del cadavere: aveva la dentiera e gli manca la falange distale dell’indice destro.

Questi gli abiti indossati dall’uomo al momento del ritrovamento del corpo: giaccone nero con cappuccio, jeans neri “Wampum” con sotto una tuta blu.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *