mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Abruzzo > SANITÀ: APPROVATI I PROGRAMMI OBIETTIVO DELLE 4 ASL ABRUZZESI

SANITÀ: APPROVATI I PROGRAMMI OBIETTIVO DELLE 4 ASL ABRUZZESI

PESCARA –  La giunta regionale ha approvato i programmi obiettivo delle 4 Asl abruzzesi, finanziati in sede di Conferenza Stato-Regioni con risorse vincolate pari a 30 milioni e 314mila euro del Fondo sanitario nazionale.

Gli obiettivi, di carattere prioritario e di rilievo nazionale, sono contenuti in 6 linee progettuali: attività di assistenza primaria (5 milioni 985mila euro), sviluppo dei percorsi di umanizzazione all’interno dei percorsi assistenziali (998mila euro), sviluppo dell’assistenza domiciliare per cure palliative e terapia del dolore (2 milioni 457mila euro), piano nazionale prevenzione (7 milioni 907mila euro), gestione della cronicità con l’introduzione di modelli avanzati per l’assistenza e la riabilitazione delle persone in condizioni di fragilità e non autosufficienza (10 milioni 174mila euro), reti oncologiche (2 milioni 793mila euro).

Ogni progetto si propone di centrare una serie di traguardi.

Per l’assistenza primaria, a esempio, si punta alla definizione e attivazione di percorsi di integrazione territoriale e professionale, che possano garantire assistenza ambulatoriale agli utenti nell’arco delle 24 ore in tutti i giorni della settimana, evitando in questo modo ricoveri impropri negli ospedali.

Sul fronte dell’umanizzazione, invece, le azioni si concentreranno sulla cura delle relazioni e della comunicazione sia tra i professionisti, sia tra questi ultimi e il paziente, oltre al miglioramento dell’accoglienza, dell’orientamento e della presa in carico degli utenti e dei care giver.

L’obiettivo sulle cure palliative fa riferimento alla necessità di definire percorsi e procedure omogenei sul territorio per la presa in carico di pazienti oncologici, e non, che abbiano bisogno di queste particolari terapie, coinvolgendo medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, algologi, palliativisti, medici dei distretti e dei presidi ospedalieri, infermieri, fisioterapisti e psicologi.

Particolare attenzione sarà ancora una volta riservata alla prevenzione: l’obiettivo posto in capo a ciascuna Asl è di raggiungere almeno l’80 per cento degli indicatori sentinella di tutti i programmi previsti nel Piano nazionale.

Per quando riguarda l’assistenza ai malati cronici (compresi coloro colpiti da demenze), le aziende sanitarie dovranno predisporre programmi che puntino alla deospedalizzazione del paziente, favorendo il recupero dell’autonomia personale e potenziando l’assistenza domiciliare o il ricorso a strutture residenziali e semiresidenziali extra ospedaliere.

Per le reti oncologiche, infine, negli ultimi anni in Abruzzo sono stati compiuti notevoli passi avanti, con l’introduzione, tra l’altro, di specifici percorsi diagnostici, terapeutici e assistenziali. I passi successivi ora si concentreranno sull’implementazione delle strutture operative funzionali a questi protocolli, su campagne di sensibilizzazione e informazione ai cittadini, sull’ampliamento della rete dei Centri di indirizzo al percorso clinico e dei call center oncologici aziendali.

Le risorse disponibili sono state così suddivise: 5 milioni 122mila alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 6 milioni 604mila alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 5 milioni 439mila alla Asl di Pescara e 5 milioni 242mila euro alla Asl di Teramo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *