martedì, Ottobre 27, 2020
Home > Marche > San Benedetto, via libera al progetto complessivo di videosorveglianza della città

San Benedetto, via libera al progetto complessivo di videosorveglianza della città

san benedetto

Nella seduta di martedì 19 giugno, la Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione del sistema di videosorveglianza del territorio comunale, redatto dal tecnico incaricato ing. Marco Alfeo Antoniani.

Il progetto ha un valore complessivo di 943.934 euro e nell’atto si specifica che la quota che il Comune intende investire è di 531.000 euro nel triennio 2018/2020 pari al 56,254% dell’importo complessivo.

“L’atto approvato – spiega il sindaco Pasqualino Piunti – è finalizzato ad avviare la richiesta di cofinanziare l’opera con i fondi previsti dal Decreto sicurezza per sostenere gli oneri sopportati dai comuni proprio per l’installazione dei sistemi di videosorveglianza. Per questo a suo tempo abbiamo rinnovato con la Prefettura il patto per la sicurezza urbana che è condizione indispensabile per accedere al fondo”.

Come noto, il progetto prevede la realizzazione di un sistema di videosorveglianza finalizzato alla sicurezza urbana, distribuito nel territorio, con relativa infrastruttura di trasmissione dei dati su fibra ottica che permetterà di acquisire, elaborare, memorizzare e visualizzare qualsiasi tipologia di evento video che accade nel raggio di azione delle telecamere. Sono 44 i siti interessati al progetto su tutto il territorio cittadino, individuati anche grazie alla sinergia con le forze dell’ordine, 4 dei quali sono in fase di attivazione grazie al “progetto pilota” per il quale è stata stanziata dall’Amministrazione comunale una prima somma di circa 91.000 euro.

“Per questo primo stralcio che riguarda la zona del centro – dice ancora il Sindaco – l’intervento è in fase di esecuzione. Sono già state installate le 13 telecamere sulle quali in questi giorni si stanno compiendo dei test prima dell’entrata in funzione che dovrebbe avvenire entro la fine di giugno”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *