lunedì, Agosto 2, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “ROCKY V” martedì 14 agosto 2018

Il film consigliato stasera in TV: “ROCKY V” martedì 14 agosto 2018

Il film consigliato stasera in TV: “ROCKY V” martedì 14 agosto 2018 alle 21:15 su RAI 3

Rocky V è un film del 1990 diretto da John G. Avildsen.

È il quarto sequel del fortunato Rocky del 1976 e, come i precedenti episodi, è sceneggiato e interpretato da Sylvester Stallone. Prodotto nuovamente daRobert Chartoff e Irwin Winkler e diretto da John G. Avildsen (regista del primo film), mostra Rocky Balboa, costretto al ritiro dal pugilato per i gravi traumi cerebrali rimediati sul ring contro Ivan Drago e per giunta ricaduto in miseria per colpa di un commercialista spregiudicato, allenare un giovane promettente di nome Tommy Gunn.

A questo film partecipa il primogenito di Stallone, Sage, nel ruolo del figlio Robert, mentre per interpretare Tommy Gunn fu scelto Tommy Morrison[1], vero pugile e futuro campione del mondo dei pesi massimi versione WBO nel 1993; entrambi gli attori sono poi deceduti prematuramente.

La saga è stata poi proseguita con la realizzazione del sesto episodio, Rocky Balboa (2006).

 

Dopo aver vinto contro il pugile sovietico Ivan Drago, Rocky torna in America insieme ad Adriana, Paulie e a Tony Evers. Mentre si trova in conferenza stampa per definire il suo ritiro, viene preso di mira dal ricco manager di pugili George Washington Duke, il quale gli propone di fare un incontro a Tokyocontro il suo pugile Union Cane, ma Rocky rifiuta.

Tornati a casa, Rocky ha una brutta sorpresa: Paulie, prima di partire con lui per la Russia, aveva firmato imprudentemente a suo nome una procura in favore del proprio commercialista, convinto che fosse una proroga per la dichiarazione dei redditi, mentre invece si trattava in realtà di una sorta di speculazioni, poi non andate a buon fine, il cui risultato è stato quello di ridurre lo stesso Rocky sul lastrico. Rocky non si perde d’animo, accetta di incontrare Union Cane, ma apprende dal suo staff medico che, a causa dei violenti colpi riportati nell’incontro con Drago, ha riportato delle gravi lesioni cerebrali, che potrebbero essergli fatali se ritornasse sul ring.

E allora Rocky, come unica possibilità, è costretto a vendere molti dei suoi ricordi, compresi la villa e la sua moto per guadagnare i soldi necessari per rimediare al disastro. Si vede costretto ad abbandonare anche il suo titolo mondiale, che rimane vacante e viene casualmente conquistato dallo stesso Cane.

Dopo essersi rimesso in sesto, Rocky porta suo figlio Robert a frequentare la sua vecchia scuola: qui il figlio incontra Jewel, una ragazza che si innamora di lui. L’incontro però viene interrotto da due compagni crudeli che prendono a pugni Robert e gli rubano il giubbotto.

Nel frattempo Rocky trova una giovane stella del pugilato americano di nome Tommy Gunn. Rocky accetta di fargli da manager e lo porta ad allenarsi nella vecchia palestra del suo defunto allenatore Mickey Goldmill. Così Rocky inizia ad allenare Tommy che dimostra subito grande forza sul ring: nel primo incontro gli mostra come la fiducia vince sulla forza, vale a dire che lui non deve far altro che sentire la potenza dentro di lui e tirarla fuori al momento giusto. Così Tommy riesce a diventare famoso in tutta l’America; Rocky si sente sempre più un nuovo vincente anche come manager.

Gli allenamenti di Rocky a Tommy però inducono l’ex pugile a trascurare la sua famiglia, soprattutto il figlio. Nonostante ciò, Robert riesce a dare una lezione ai due compagni che lo avevano picchiato e a riprendersi il giubbotto con una serie di pugni sferratigli. Corre così insieme a Jewel da Rocky che sta allenando Tommy sul ring della palestra a raccontargli la sua azione; all’inizio il padre è orgoglioso di suo figlio ma quando Tommy gli dice che deve continuare, Rocky gira di nuovo le spalle a Robert che se ne va deluso.

Da quel momento, Rocky inizia ad avere così tanta fiducia in Tommy che per tutte le sue grandi vittorie arriva a dargli anche i calzoncini di Apollo Creed conservati dopo l’incontro con Drago, questo però fa salire drasticamente l’interesse di Duke, ancora disposto a vedere un grande pugile sul ring, a venire a conoscenza di Tommy e farlo passare dalla sua parte, dandogli in compenso la possibilità di combattere contro Cane.

Il giorno di Natale, Tommy e Duke arrivano a casa di Rocky e gli dicono che Tommy si incontrerà con Cane per la conquista del titolo mondiale, inoltre Tommy non vuole neanche l’aiuto del suo manager, in quanto pensa che lui sia soltanto un vecchio pugile che non sa allenare quanto faceva Mickey e subito dopo se ne va con Duke allo stadio per l’incontro con Cane. Rocky tenta inutilmente di fermare Tommy e quando lo pianta in asso, l’ex pugile si arrabbia e dice di essere stato tradito dall’unico allievo che lo faceva vincere.

La famiglia di Rocky assiste in tv all’incontro tra Tommy e Cane; all’inizio Tommy sembra subire troppi colpi, ma nel round dopo riesce a martellare Cane che cade al tappeto e viene sconfitto per K.O.; Tommy vince il titolo mondiale. Sul ring Tommy non ringrazia Rocky ma solo Duke per averlo portato sul ring, questo porta all’aumento del numero e del volume dei fischi del pubblico che acclamano sempre più a gran voce il nome dello “Stallone Italiano”.

Rocky ne rimane deluso ma comunque se ne va al bar con Paulie lasciando suo figlio a casa con Adriana a vedere la televisione. Tuttavia, in conferenza stampa, Tommy non viene affatto acclamato ma soltanto considerato un burattino all’ombra di Rocky e che Union Cane non è stato altro che un “fantoccio” di Duke.

Questo fa imbestialire Tommy che vuole a tutti i costi dimostrare agli altri che lui è il nuovo campione. Condizionato da Duke, Tommy si dirige al bar da Rocky e qui lo sfida ad un incontro. Rocky però rifiuta e dopo che Paulie rinfaccia a Tommy tutta la sua ingratitudine, quest’ultimo gli sferra un pugno in faccia che gli fa sanguinare il labbro.

Così Rocky si infuria con Tommy che, contro il volere di Duke (che avrebbe ovviamente preferito un normale incontro sul ring per speculare), si scontra con lui per la strada. Arrivano sul posto anche Robert e Adriana, che si sono accorti della situazione tramite la TV. All’inizio Rocky sembra non avere speranze contro Tommy a causa dei problemi alla testa riportati dopo l’incontro con Drago ed alla forza del giovane neocampione, ma è proprio quando si ricorda le grandi parole di Mickey che rimette a posto tutte le sue forze e si scarica contro Tommy. Rocky mette al tappeto Tommy, che viene portato via dai poliziotti; inoltre Rocky dà un pugno all’addome a Duke in seguito agli insulti di fronte alla televisione e se ne va tra l’orgoglio di tutti i suoi tifosi e della sua famiglia.

Regia di John G. Avildsen 

Con Sylvester Stallone, Talia Shire, Burt Young, Burgess Meredith, Tommy Morrison, Sage Stallone

Fonte; WIKIPEDIA

Redazione
La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.