martedì, Aprile 20, 2021
Home > Marche > A chi è andato il 5 per mille della dichiarazione Irpef? I dati di San Benedetto del Tronto

A chi è andato il 5 per mille della dichiarazione Irpef? I dati di San Benedetto del Tronto

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A chi è andato il 5 per mille della dichiarazione Irpef? A chi hanno donato il 5 per mille i sambenedettesi quando hanno compilato la dichiarazione dei redditi? Molti contribuenti hanno preso in considerazione di donare una parte dell’Irpef a chi opera nel campo sanitario con i malati o della non autosufficienza. E’ possibile dare una risposta con gli ultimi dati disponibili, quelli del 2016. In testa troviamo la PRIMAVERA COOPERATIVA SOCIALE che con 930 scelte ha ricevuto un importo di 34.764 euro. Segue subito dopo l’ASSOCIAZIONE SOSTEGNO MALATI ONCOLOCIGI “VIVIANA CAMPANELLI” con 857 scelte per un introito di 27.914 euro. Poi viene MICHELE PER TUTTI con 417 scelte pari a 23.559 euro. Segue CASA FAMIGLIA GEMMA GALGANI SOCIETA’ COOPERATIVA RES: 379 firme per 14.389 euro e SOS MISSIONARIO con 271 scelte e 10.564 euro. Seguono altre associazioni di volontariato e alcune sportive e culturali. Interessante la posizione del Municipio di San Benedetto. Le scelte sono state 258 per un’entrata di 6.368 euro. Il comune tra i soggetti scelti è all’11° posto su un totale di 39. Considerando il sempre maggior bisogno di fondi per la casse pubbliche non è un risultato da disprezzare.

In Italia sono oltre 56mila gli enti che possono beneficiare del contributo. E’ in atto una riforma del terzo settore che quando sarà a regime, i beneficiari, a un anno dall’incasso, dovranno inviare ai ministeri di riferimento un resoconto di come hanno speso i fondi e pubblicare il documento sul proprio sito. Chi non lo fa, rischia una sanzione pari al 25% dell’importo ottenuto. Per ora, il rendiconto deve essere trasmesso solo da chi incassa più di 20mila euro.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *