domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Marche > Matrimoni civili: dove sono più diffusi nelle Marche

Matrimoni civili: dove sono più diffusi nelle Marche

Ancona – Dove si celebrano il maggior numero dei matrimoni civili nelle Marche? Innanzi tutto il dato regionale. A fronte di 4.459 matrimoni celebrati nel 2016, quelli con rito civile sono stati 1.981 quindi il 44,3%. Ci sono comunque differenze notevoli tra i capoluoghi e anche tra le province della regione. Ad Ancona capoluogo, i matrimoni in totale sono stati 289. Il 53,9% con rito civile e il 46,1% con quello religioso. Ancor più elevata la percentuale a Pesaro dove sul totale di 246 ben il 56,9% dei fiori d’arancio sono stati realizzati davanti a un sindaco o Ufficiale di Stato Civile. Scendendo verso sud nelle Marche salgono invece i matrimoni religiosi: in chiesa principalmente, ma anche in altri luoghi di culto come nelle Sale del Regno dei Testimoni di Geova, nelle Chiese  Evangeliche o in altre denominazione religiose minoritarie.  A Macerata su 117, quelli civili sono stati 42,7%. A Fermo su 174 la percentuale è al 33,9%. Infine Ascoli Piceno dove su 200 celebrazioni solo, si fa per dire, il 33% non è stato realizzato con il rito religioso. A livello di province le cifre sono simili, anche se invariabilmente nei comuni non capoluogo o più piccoli la percentuale scende di qualche punto. Solo la provincia di Ascoli fa eccezione. Negli altri 32 comuni del Piceno presumibilmente quelli più popolati (non sono disponibili dati comunali) come San Benedetto del Tronto, Grottammare, Monteprandone la percentuale con il rito civile si alza al 37% e supera quella del capoluogo di provincia. Ultimo dato: in Italia i matrimoni civili sono stati il 46,3% del totale. Nel 1966, cinquantanni prima erano stati solo l’ 1,24%.

 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net