martedì, Ottobre 20, 2020
Home > Abruzzo > Turismo, estate 2018: crescono presenze in Abruzzo

Turismo, estate 2018: crescono presenze in Abruzzo

Secondo dati ancora provvisori, torna a crescere in Abruzzo il movimento turistico “estivo”. Per le statistiche illustrate dall’assessore al turismo, Giorgio D’Ignazio, nel corso di una recente conferenza stampa a Pescara, rispetto ai mesi estivi (giugno, luglio e agosto) del 2017, l’Abruzzo ha registrato un incremento di arrivi (+1,5%) e di presenze (+2,3%). I dati sono il frutto di un’analisi effettuata su un campione del 60% dei posti letti censiti e sono ancora sottoposti “a controlli e verifiche di congruità”.

La provincia che che ha contribuito maggiormente alla perfomance positiva è stata Teramo con +3,5% di arrivi e +2,6% di presenze. Le spiagge abruzzesi continuano ad avere un appeal positivo: crescono dello 0,9% gli arrivi e del 2,3% le presenze. Anche il sistema dei parchi naturali registra un andamento incoraggiante: rispetto al 2017 (diversi centri turistici montani sono nell’area del cratere sismico) gli arrivi hanno registrato +4,4% e +3,6% le presenze.

Nella classifica nazionale, la regione Abruzzo è posizionata al 17° posto, precede l’Umbria e la Valle d’Aosta, con 6.193.473 turisti censiti nelle strutture recettive. “Non mi appassionano i dati o le classifiche – ha osservato l’assessore al turismo Giorgio D’Ignazio – tuttavia, la nostra regione è tornata a essere appetibile dal punto di vista turistico, grazie a una offerta migliore e competitiva, dopo gli anni 2016 e 2017 caratterizzati dai noti eventi calamitosi naturali. Abbiamo messo in rete il sistema dei trasporti, partendo dall’aeroporto – ha aggiunto – e il sistema degli operatori turistici regionali al fine di pianificare strategie efficaci sul territorio per migliorare l’incoming. I risultati sono positivi”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato il direttore del Dipartimento turismo, cultura e paesaggio, Francesco Di Filippo, il responsabile dell’Ufficio osservatorio e statistica turistica, Severino Marcelli, e Ovidio Di Stefano del servizio programmazione, innovazione e competitività.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *