lunedì, Ottobre 14, 2019
Home > Abruzzo > Il Sindaco D’Alberto in visita alle strutture gestite dall’Anffas

Il Sindaco D’Alberto in visita alle strutture gestite dall’Anffas

Teramo – Il Sindaco Gianguido D’Alberto ieri mattina si è recato in visita alla sede del Centro di Riabilitazione “Sant’Atto” e de “La Piazzetta” gestiti della Fondazione Anffas Onlus Teramo, dove è stato accolto dai responsabili, dagli operatori e dagli utenti.

Il Sindaco, accompagnato dal consigliere comunale Flavio Bartolini, ha visitato dapprima il Centro di Riabilitazione, tra le principali strutture del settore operanti nella Regione. Sono stati attraversati gli ambienti terapeutici tra cui l’impianto idroterapico, gli ambulatori di logopedia e psicomotricità, la Stanza Multisensoriale, le palestre per trattamenti Neuromotori, ambienti tecnici guidati da personale  altamente qualificato e composto di figure mediche, tecnici della riabilitazione, educatori professionali ed operatori socio sanitari, che unitamente assistono circa 600 pazienti l’anno. Successivamente è stata visitata la sede denominata “La Piazzetta”, che accoglie gli ospiti/protagonisti del Progetto “ Verso l’Autonomia” impegnati nelle quotidiane attività laboratoriali. 

Al Sindaco sono state mostrate le attività che vengono svolte, con la conferma dell’importante lavoro che la Fondazione sta compiendo, in  particolare a “La Piazzetta”, per gli utenti che sono fuori dall’obbligo scolastico e per le loro famiglie. 


Durante la mattinata si è svolto il confronto con i vertici della Fondazione Anffas e con i dirigenti delle strutture stesse, con i quali  è stato fatto il punto della situazione in termini di ricettività, erogazione dei servizi, bisogni e prospettive. Il Sindaco ha espresso la volontà di sostenere l’operatività dell’Anffas, anche in relazione all’impegno evidente della ASL per le attività legate al “Centro per l’Autismo” di Teramo e per la stessa “La Piazzetta” di Sant’Atto. Inoltre ha preso atto del lavoro in corso presso l’Agenzia Sanitaria Regionale per la definizione dei setting socio-sanitari per l’abilitazione delle persone affette da Disturbo dello Spettro Autistico, consapevole che da tale lavoro potrebbero uscire i termini favorevoli alla stabilizzazione dei servizi, aspetto questo che sarebbe probabilmente risolutivo anche per la cronica carenza evidenziata nelle liste di attesa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: