sabato, Maggio 15, 2021
Home > Marche > In aumento i marchigiani che vanno all’estero. Il 55% in Sud America, il 36% in Europa

In aumento i marchigiani che vanno all’estero. Il 55% in Sud America, il 36% in Europa

Ancona – Ogni 1.000 marchigiani 96 hanno scelto di vivere all’estero. Nel 2018 seppur sino al 31 ottobre un 4,3% in più di cittadini ha deciso di raggiungere i corregionali  già fuori dall’Italia. Dall’Anagrafe degli Italiani residenti all’Estero (AIRE) si rileva che i cittadini marchigiani residenti all’estero alla data del 31 ottobre 2018 sono appunto 146.094, pari al 2,7% del totale delle persone iscritte all’AIRE in Italia. Come esposto, nelle Marche ogni 1.000 residenti più di 96 risultano iscritti all’AIRE, posizionandosi all’ottavo posto nella graduatoria decrescente delle regioni italiane.

Negli ultimi anni i marchigiani residenti all’estero sono in continuo aumento: dal 2005 al 2018 i marchigiani iscritti all’AIRE sono aumentati di quasi il 76%. Considerando le singole provincie di provenienza, si rileva che la provincia di Macerata presenta il maggior numero degli iscritti all’AIRE in ogni annualità analizzata (anni 2010-2018) e il maggior incremento percentuale rispetto all’anno precedente (+5,2%) . Il maggior tasso di variazione tra il 2010 e 2018 caratterizza invece la provincia di Fermo: infatti in tale provincia i residenti all’estero dal 2010 sono aumentati di oltre il 50%.

I dati più recenti, forniti dal Ministero dell’Interno, sono riferiti alla data del 31 ottobre 2018. A tale data risultano iscritti complessivamente 146.094 marchigiani, con una leggera prevalenza dei maschi (73.399 iscritti) rispetto alle femmine (72.695 iscritte). Dall’analisi provinciale risulta che Macerata con 49.099 persone presenta il maggior numero di iscritti all’AIRE pari al 33,6% degli iscritti marchigiani; seguita dalla provincia di Ancona con il 26,6% (38.826 unità), dalla provincia di di Pesaro Urbino con il 16,6% (24.182 unità), dalla provincia di Fermo con il 11,7% (17.110 unità) ed infine dalla provincia di Ascoli Piceno con il 11,6% (16.877 unità)

Rispetto all’anno precedente i marchigiani iscritti all’AIRE sono aumentati del 4,3% e si rileva che ogni 1.000 marchigiani quasi 96 sono residenti all’estero. A livello provinciale si differenzia la provincia di Macerata con 155 iscritti ogni 1.000 residenti. La provincia di Pesaro-Urbino presenta invece la minor percentuale di iscritti all’AIRE ogni 1.000 residenti. Rispetto al 2017 la provincia che ha registrato una maggiore variazione percentuale risulta Macerata con il 5,2%, seguita dalla provincia di Fermo con il 4,8%, Ancona (4,6%), Ascoli Piceno (3,3%) e da Pesaro Urbino (2,6%).

Dalla distribuzione per continente di residenza si rileva che oltre la metà degli iscritti all’AIRE risiede in America Meridionale ( il 55%) ed oltre un terzo in Europa (il 36%). Oltre la metà dei marchigiani residenti all’estero l’iscrizione all’AIRE avviene per nascita (figli di iscritti all’AIRE) , mentre il 38,4% dei marchigiani residenti all’estero è iscritto all’AIRE per espatrio e/o cambiamento di residenza all’estero. Altri motivi di iscrizione all’AIRE risultano la reiscrizione da irreperibilità se residente all’estero (5,2%), l’acquisizione di cittadinanza italiana se residente all’estero (il 2,7%) ed infine il trasferimento dall’AIRE di un altro comune ( quasi l’1%).

 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net