giovedì, Maggio 6, 2021
Home > Abruzzo > Pescara, attività storiche: consegnate al Petruzzi 30 targhe alle più longeve attività cittadine

Pescara, attività storiche: consegnate al Petruzzi 30 targhe alle più longeve attività cittadine

PESCARA – Nella giornata di ieri, all’Auditorium Petruzzi, L’Amministrazione comunale ha consegnato a 30 imprese commerciali cittadine la targa per il riconoscimento di Attività Storica. Una pratica consolidata, a cura dell’Assessorato alle Attività Produttive, nata per dare lustro agli esercizi che hanno maturato una storia e un’esperienza longeva a Pescara, contribuendo alla sua crescita economica. Si tratta di un riconoscimento a cui si accede mediante una richiesta contenuta in un bando pubblico. All’attribuzione ha lavorato la Commissione Attività storiche composta da due rappresentanti del Comune di Pescara e i rappresentanti di Confcommercio; Camera di Commercio; Confesercenti; CNA; Confartigianato Casartigiani; l’Upap Clai. Le sigle erano tutte presenti alla consegna effettuata in una gremita Sala Tosti con l’ausilio del giornalista Paolo Minnucci.

 

“Emozione, storie e applausi per dire grazie a tantissime attività che hanno reso a Pescara un consolidato servizio, contribuendo a costruire la sua storia – così il sindaco e l’assessore alle Attività Produttive aprendo la consegna – Attività che sono nate anche per far crescere la nostra economia, che ne hanno costruito la vocazione e che sono rimaste fino ad oggi, attraversando, alcune, anche periodi davvero incerti e bui dal punto di vista economico, ma hanno resistito, alcune si sono anche rinnovate dando un grande esempio alle generazioni a cui passano il testimone. Le targhe servono a raccontare tante belle storie della città, ma anche a testimoniare la nostra vicinanza ad ognuna di queste attività. Passi significativi sono stati fatti, come l’eliminazione della tassa sulle insegne, il riconoscimento del consumo sul posto, il plurinegozio, che hanno consentito alla nostra città di scalare le classifiche delle città italiane più vive dal punto di vista commerciale e imprenditoriale, i tempi sono durissimi, ma l’esempio di queste 30 realtà ci conforta e ci esorta a sostenere il settore”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *